I giochi di luce dell'Acquedotto Vergine alla Rinascente

Codice da incorporare:
di Askanews

Roma, (askanews) - Al piano meno 1 della nuova Rinascente di Roma è possibile visitare il sito archeologico con i resti dell'acquedotto Vergine, unicità del department store di via del Tritone.E' il sesto acquedotto romano, inaugurato da Augusto nel 19 a.c., ed è ancora oggi funzionante, perché alimenta quasi tutte le più grandi fontane del centro, tra cui la fontana di Trevi a due passi dal grande magazzino.Le arcate dell'Aqua Virgo (lunghe circa 60 metri) sono riemerse durante i lavori di edificazione: oggi resta visibile l'acquedotto, ma gli altri ritrovamenti (tra cui una domus del IV secolo d.c., un tratto della via Salaria e una serie di mosaici pavimentali di un complesso termale) sono stati reinterrati e vengono raccontati con la tecnologia.