SchermoNapoli: i mille volti della città nel concorso per il Vesuvio Award

La rassegna con opere inedite degli studenti del Filmap, all'interno del Napoli Film Festival al via il 28 settembre.

SchermoNapoli: i mille volti della città nel concorso per il Vesuvio Award
di CN LAB

Napoli 23.09.2015 (CN) – Napoli si racconta, i suoi mille volti si mostrano nei venti documentari e nelle settanta opere audiovisive selezionate che saranno presentati nella rassegna SchermoNapoli, inserita nella 17ma Edizione del Napoli Film Festival: dal 28 settembre al 4 ottobre, i vari appuntamenti si terranno presso il Cinema Metropolitan di via Chaia, il Palazzo delle Arti di Napoli (Pan) in via Dei Mille, l’Institut français di via Francesco Crispi, secondo il programma diffuso dagli organizzatori.

Il calore di Napoli, le sue storie di vita vissuta, il profumo dei vicoli e… la scaramanzia per quel “17” che caratterizza l’attuale edizione del Film Festival da cui ci si difende con il corno rosso a sostituire il numero uno sulla locandina della rassegna, saranno interpretati dai protagonisti di corti, web series e documentari che si contenderanno il Vesuvio Award facendoci conoscere aspetti e storie inedite del capoluogo partenopeo, anche attraverso opere prime di alcuni degli studenti del centro di formazione FILMaP. Tra gli interpreti delle opere audiovisive in concorso, spiccano i nomi di Mariano Rigillo, per la prima volta in una web series, Felice Imparato, Marina Confalone, Nunzia Schiano, Ernesto Mahieux.

Diciassette, come le edizioni del festival, sono i prodotti audiovisivi realizzati dalle scuole di ogni ordine e grado della Campania su vari aspetti del mondo giovanile che saranno presentati all’Institut français Napoli. La scuola vincitrice parteciperà ad un reportage dell'Agenzia stampa Dire  che sarà diffuso sul suo portale diregiovani.it.

SchermoNapoli, è un progetto a cura di Giuseppe Colella, nato dodici anni fa nell'ambito del Napoli Film Festival diretto da Mario Violini, con l'intento di valorizzare i registi campani, ed è divenuto, con il tempo, la principale vetrina delle produzioni audiovisive della regione. Da quest'anno le opere vincitrici saranno distribuite oltre che nel circuito culturale, in collaborazione con Lab80, anche nel settore home video e on line, grazie alla collaborazione con le riviste Cinemaitaliano.info e FilmTv.

Tra le novità 2015 anche un premio per il miglior reportage a cura del Corrieredelmezzogiorno.
Napoli sarà raccontata anche da 5 artisti internazionali che lo scorso luglio durante il loro soggiorno hanno realizzato opere coprodotte dal Napoli Film Festival e l’ALTO FEST, nell'ambito del progetto Film in residenza.

Abbiamo parlato di:

Napoli Film Festival Website - Facebook - Twitter