Homefull, parte il cohousing tra giovani migranti e anziani romani

Homefull - casa piena - il contrario di senza casa. Questo il progetto innovativo di co-housing tra giovani migranti e anziani romani lanciato da Progetto Integra

Codice da incorporare:
di CRT

Roma, 19.02.2015 (CRT) – Finanziato dalla Regione Lazio, attraverso il bando Innova tu dell’Assessorato Regione Lazio Politiche Sociali Sicurezza e Sport, Homefull è un progetto sperimentale di coabitazione tra giovani migranti provenienti dai centri d’accoglienza e anziani residenti romani. Per la prima volta nel territorio laziale si cerca dunque di avvicinare in maniera strutturale esigenze e sofferenze diverse conseguenti la migrazione forzata da una parte, e della solitudine dall’altra.

Valentina Fabbri, Presidente della Cooperativa Programma integra: “Programma Integra, che è la cooperativa che gestisce il progetto Homefull, ha voluto presentare un progetto innovativo basato su una nuova esperienza di co-housing intergenerazionale; quindi cercando di unire i bisogni dei giovani migranti in uscita dai percorsi di accoglienza con i bisogni degli anziani residenti nella città di Roma che spesso si ritrovano a combattere contro la solitudine, contro la noia e contro la difficoltà di svolgere piccole faccende domestiche”. Ancora Valentina Fabbri: “Da questo presupposto è nato il progetto Homefull, il nome stesso è un’antitesi di Homeless: pieni di casa, proprio perché volevamo dare l’idea che quello che stavamo cercando di fare è trovare un nuovo modo dell’abitare al di là del contratto d’affitto che il cittadino straniero ricerca una volta uscito dal percorso di accoglienza, ma un nuovo modo di abitare che oltre ad aiutare il migrante a trovare affitti sostenibili e alloggi adeguati, aiuti anche un’altra fascia di popolazione fragile che è appunto l’anziano”.

Laura Liberati, Referente area integrazione e counselling di Programma Integra, sulla prima fase, quella della selezione dei candidati migranti: “Le selezioni stanno andando bene, sono arrivate diverse segnalazioni dai centri di accoglienza, stiamo appunto selezionando i ragazzi sulla base della conoscenza della lingua, oltre ad altre caratteristiche, ma il requisito iniziale è quello della conoscenza della lingua. I ragazzi sono di diverse nazionalità: Afghanistan, Gambia, Costa D’Avorio, Bangladesh; essendo segnalazioni che ci arrivano dai centri di accoglienza si tratta i migranti arrivati in Italia da qualche anno. Solo in un caso, abbiamo avuto una scheda di un migrante di seconda generazione”.

Il progetto è gestito in collaborazione con la Cooperativa sociale Meta che si sta occupando di individuare gli anziani disponibili e adatti a questo tipo di coabitazione. Sia i giovani migranti che gli anziani romani usufruiranno di formazione permanente alla coabitazione e di tutoraggio continuo, un sostegno questo che è una delle caratteristiche, e al tempo stesso una garanzia, dell’efficiente strutturazione di Homefull. “Successivamente alla parte di formazione di cui beneficeranno - torna a raccontarci la Presidentessa Valentina Fabbri - faremo delle attività, congiuntamente con il partner Meta, con gli anziani affinché i due gruppi inizino a socializzare, a conoscersi vicendevolmente per creare naturalmente delle coppie che possano poi scegliere di andare a vivere insieme. Le coppie che alla fine ci prefiggiamo di formare sono cinque, un numero molto basso, ma proprio perché è una sperimentazione e per puntare sulla qualità e sulla fattibilità abbiamo scelto di tenerci bassi coi numeri”.

“L’anziano, sicuramente autosufficiente, alla fine del percorso metterà a disposizione una stanza o una stanza con bagno per ospitare il nuovo coabitante. All’anziano sarà riconosciuto un piccolo indennizzo per le nuove spese dovute al nuovo inquilino. Noi pensiamo possa essere una buona occasione per entrambi, per il migrante che può trovare un conforto di tipo familiare, e per l’anziano che potrebbe avere un sostegno e iniziare una nuova fase della sua vita”.

Abbiamo parlato di:

Programma Integra: Website - Facebook - Twitter - Youtube
Regione Lazio: Website - Facebook - Twitter - YouTube
Meta Cooperativa Sociale: Website - Facebook