Habicura: a Roma il festival del "vivere bene"

Dal 5 giugno al 19 luglio il quartiere di San Lorenzo a Roma diventa uno spazio dedicato al benessere e alla cura di sé: tra cibi biologici e iniziative culturali

Codice da incorporare:
di Giorgia Fanari e Matteo Nardi

Roma 26.06.2015 (Giorgia Fanari - Matteo Nardi) - Ambiente, benessere, cultura. Queste le parole chiave di Habicura, il festival della “buona vita” che fino al 19 luglio animerà Villa Mercede, nel cuore di San Lorenzo, a Roma. Obiettivo dichiarato della manifestazione Habicura - il cui nome cui nome deriva da ‘habibi’ che in arabo significa ‘amore’, e dalla parola ‘cura’ - è offrire spazi sani di convivialità e diffondere idee e strumenti per vivere meglio ogni giorno.

“Habicura è alla sua terza edizione e quest'anno arricchisce la sua offerta alla città con lo scopo di mettere insieme diverse realtà che si occupano di qualità della vita: benessere naturale, cultura, educazione ambientale, arti visive e musicali, artigianato, teatro e cinema sociali”, racconta Alfredo D’Angelo del centro “Il Fiume”, promotore dell’iniziativa.

Tanti gli eventi e le realtà presenti ogni giorno a Villa Mercede, dalle attività per bambini alle lezioni gratuite di yoga e tai-chi. Ricco anche il programma culturale e musicale: tutte le sere, dall'aperitivo alla chiusura, si alterneranno nell'area palco dell'Habicura Festival e allo spazio degli artisti della bio-caffetteria le proposte teatrali e cinematografiche indipendenti, musica popolare ed etnica, tango, blues, jazz e ancora presentazioni di libri e workshop sui temi dell'altra economia, cooking show e degustazioni delle produzioni dei migliori birrifici artigianali italiani.

Non mancano ospiti d’eccezione come Diego Bianchi (Zoro), Sabina Guzzanti, Don Pasta, Marcela Szurkalo, Lucia Cuffaro, Sei Ottavi (tributo a Rino Gaetano), Funkallisto. Spazi di convivialità e relax sono inoltre quelli dedicati all'offerta enogastronomica: presso la Bio-Caffetteria e il Juice Bar di Habicura è infatti possibile degustare cibi sani e genuini per ogni palato, dal vegetariano al vegano, dall'appassionato di street food a quello di pietanze regionali, rigorosamente biologici e a chilometro 0. Anche tra le birre artigianali, prodotte da Birradamare, si potrà gustare ‘NaBio, una birra biologica certificata. Nell’ottica dell’ecosostenibilità, ad Habicura non ci sono stoviglie e bicchieri usa e getta, ma esclusivamente in materiali biodegradabili, grazie al coinvolgimento di Minimo Impatto che propone prodotti ecologici con lo scopo di ridurre il consumo di prodotti inquinanti.

“Habicura è anche arte e artigianato - ricorda Gianfranco Bongiovanni, presidente dell’Associazione Culturale Mente Collettiva -. Lungo il viale di Villa Mercede si alternano ogni giorno, dalle 17.30 fino alla buonanotte, eccellenze artistiche e artigianali del Lazio, proponendo progetti che vanno dal riciclo creativo alla biocosmesi”.

Prendersi una pausa dalla frenesia quotidiana per imparare a vivere più serenamente è dunque possibile, anche in una città caotica come Roma: è proprio questo il messaggio che Habicura vuole mandare.

Abbiamo parlato di:

Habicura: Website - Facebook
Centro Il Fiume: Website - Facebook
Mente Collettiva: Website - Facebook - Twitter
Birradamare: Website - Facebook - Twitter
Minimo Impatto: Website - Facebook - Twitter