Tiscali Notizie
Articoli correlati

Ucraina, Tensione per legge su lingua, ancora scontri stamani

TMNews
Roma, 4 lug. (TMNews) - Si aggrava in Ucraina la crisi seguita all'approvazione da parte della Rada, il Parlamento, di una legge che estende l'uso del russo come lingua ufficiale. Dopo gli scontri della notte, permane la tensione in piazza e ci sono stati nuovi scontri. Il presidente Viktor Yanukovich, che avrebbe dovuto tenere stamani una conferenza stampa, non andrà per il momento di fronte ai giornalisti, secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Interfax.
Il capo dello stato prevede invece d'incontrare i leader dei gruppi parlamentari. La crisi, infatti, si sta estendendo dalla piazza alla Rada. Il presidente del parlamento Volodymyr Lytvyn ha annunciato la volontà di dimettersi e altrettanto ha fatto il vicepresidente Mykola Tomenko.
Nella piazza la tensione è sempre più alta. Dopo gli scontri della notte, oggi circa 700 manifestanti si sono riuniti nel centro di Kiev proprio dove doveva tenersi la conferenza stampa di Yanukovich. Dimostranti e poliziotti sono di nuovo venuti a contatto, c'è stato un lancio di lacrimogeni. Un corrispondente dell'Agence France Presse ha registrato almeno un ferito.
04 luglio 2012
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 
  

Segui Tiscali su:

© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali