"La Terra è piatta e il Sole le gira attorno": la tesi di uno studente tunisino che imbarazza il governo

L'elaborato che sostiene le tesi del Corano è stato prima difeso poi respinto. Il ministero dell'Istruzione ha aperto un'inchiesta

Un'immagine della Terra
(Foto Ansa)
Redazione Tiscali

Le teorie di Galileo Galilei e di molti suoi illustri colleghi che hanno fatto la storia della Fisica abbattute in poche righe. La tesi di dottorato che inevitabilmente ha suscitato molto clamore è stata scritta da uno studente tunisino che ha sostenuto come la Terra fosse piatta e il Sole le girasse attorno. Dopo il comprensibile scalpore, il tergiversare a vari livelli e l'intervento del ministero dell'Insegnamento superiore, la tesi depositata presso la Facoltà di Scienze di Sfax, Scuola nazionale di Ingegneria, è stata respinta. Ma non è stato né semplice né tantomeno automatico. 

Come racconta il Corriere della Sera l'elaborato è stato scritto da un giovane in corsa per il dottorato. Il quale ci ha lavorato per ben cinque anni con lo scopo dichiarato "di rovesciare le leggi di Newton, Keplero e Einstein, vista la debolezza dei loro fondamenti e a proporre una nuova visione della cinematica degli oggetti conforme ai versetti del Corano". Apriti cielo - è il caso di dire - perché davanti all'assunto che la Terra è piatta e il Sole ci gira attorno, è possibile che si verifichino anche altri strani fenomeni.

L'intervento di un fisico sblocca la situazione

Il professor Jamel Touir, già membro dell'Assemblea costituente in rappresentanza del partito laburista Ettakatol, non ha respinto subito l'elaborato ma ha piuttosto cercato di difenderlo, sostenendo che "la studentessa era stata incoraggiata da alcuni ricercatori americani che le hanno inviato delle pubblicazioni della Nasa". A sbloccare una situazione imbarazzante è stato l'intervento di Faouzia Charfi, docente di fisica e militante di spicco nell'ambito accademico, scientifico e politico, che ha spinto il ministero ad aprire un'inchiesta per determinare le eventuali responsabilità nella vicenda.