Marine Le Pen,no a mio padre a congresso

Marine Le Pen,no a mio padre a congresso
di Ansa

(ANSA) - PARIGI, 9 FEB - La sentenza di appello di questa mattina, che ha stabilito l'esclusione di Jean-Marie Le Pen dal Front National, da lui fondato, confermandolo però nella carica di presidente onorario del partito, non ha risolto la disputa fra l'interessato e la figlia, Marine, leader del partito. Anzi, entrambi gridano vittoria e l'anziano leader annuncia che si recherà al congresso del 10 e 11 marzo a Lille, ma la figlia ha già fatto sapere di non essere d'accordo. "Giuridicamente - ha detto la Le Pen a Le Parisien - mio padre non ha alcun diritto di partecipare al prossimo congresso. Ma per qualche minuto di vita mediatica lui farebbe qualunque cosa...". Per l'entourage della leader, la sentenza di oggi è "stupida e incoerente". "Non hanno finito di sentir parlare di noi..." rispondono dal quartier generale di Jean-Marie. Dopo aver pubblicato il 1 maggio il primo tomo delle sue "memorie", fa sapere, si presenterà al congresso del partito e se non lo faranno entrare "farà ricorso alla forza pubblica".