Madrid azzera tutti i poteri della Catalogna. Il pugno duro contro l'indipendenza

Madrid azzera tutti i poteri della Catalogna. Il pugno duro contro l'indipendenza
di Redazione

Il governo spagnolo ha deciso di applicare l'articolo 155 della Costituzione per la sospensione dell'autonomia della Catalogna a fronte di "una disobbedienza ribelle, sistematica e consapevole" delle decisioni della giustizia da parte delle autorità di Barcellona e per il rischio che questo comporta per la "convivenza" e la "crescita economica" della regione.

E' quanto si legge in un documento di 11 pagine diffuse dal governo di Madrid, poco prima della conclusione del Consiglio dei ministri che ha avviato l'iter di commissariamento della Catalogna. L'obiettivo dell'applicazione dell'articolo 155, si spiega, è quello di "ripristinare la legalità costituzionale e statutaria, assicurare la neutralità istituzionale, mantenere il benessere sociale e la crescita economica e assicurare i diritti e le libertà di tutti i catalani".

"Le pretese secessioniste stanno già causando un serio peggioramento del benessere sociale ed economico" in Catalogna, denuncia ancora il documento dell'esecutivo di Madrid, che ricorda poi come il governo di Carles Puigdemont ha rifiutato di rispondere una prima volta lunedì scorso ed una seconda volta due giorni fa alla richiesta di chiarire se avesse proclamato o meno l'indipedenza della regione.