Grecia, affondata petroliera, marea nera arriva al Pireo

Grecia, affondata petroliera, marea nera arriva al Pireo
di Askanews

Atene, 13 set. (askanews) - E' partito uno scambio di accuse tra politici greci dopo che un versamento di petrolio in mare da una petroliera affondata ha raggiunto il porto ateniese del Pireo. La nave Agia Zoni II, vecchia di 45 anni, è affondata domenica vicino all'isola di Salamina, nel golfo Saronico, mentre si trovava alla fonda, in circostanze non ancora chiarite. "E' un grosso disastro ambientale" ha detto la sindaca di Salamina Isidora Nannou-Papathanassiou, la cui isola è la più colpita dalla marea nera. "Chiaramente il pericolo non è stato stimato correttamente" ha detto Nannou-Papathanassiou alla tv di stato ERT. "Le correnti hanno trasportato la macchia di petrolio".La petroliera, che batteva bandiera greca, trasportava 2.500 tonnellate di carburante, che si è rovesciato sulle spiagge della costa sudest dell'isola che si trova di fronte al Pireo e ad Atene. Il ministro della Marina mercantile Panagiotis Kouroublis aveva detto nei giorni scorsi che tutte le precauzioni necessarie erano state prese, che lo scafo delle nave era stato messo in sicurezza e che non ci sono state perdite nuove. "Non c'è rischio di altre fuoriuscite. Il petrolio è uscito mentre la nave affondava. Sono state prese tutte le misure necessarie" ha detto Kouroublis alla radio Real FM. Ma ieri sera la marea nera è arrivata al Pireo.(segue)