Bloomberg a Lagarde: in altra vita farei il professionista golf

Bloomberg a Lagarde: in altra vita farei il professionista golf
di Askanews

Washington, 19 apr. (askanews) - E' a capo di un impero dell'informazione finanziaria che porta il suo nome. E' stato tre volte sindaco di New York City e nel 2016 ha pensato a scendere in campo per correre verso la Casa Bianca. Ma a Michael Bloomberg sarebbe piaciuto essere un golfista professionista: "Avrei vinto tutti i Master".E' finita scherzando, con una serie di domande e risposte brevi, la conversazione di Bloomberg con Christine Lagarde, il direttore generale del Fondo monetario internazionale. Da Washington, dove si stanno svolgendo i lavori primaverili del Fondo, l'ex ministra francese delle finanze ha chiesto a Bloomberg chi avrebbe voluto incontrare ma che ancora non ha incontrato. "Non direi la persona il cui nome è stato tanto sui giornali [Stormy Daniels]. Non ho mai incontrato Albert Einstein. Se potessi mettere sei persone insieme attorno a un tavolo senza che siano necessariamente vive... le ho selezionate. Non vi dico chi sono, ma quando li sento parlare dico 'non ci avrei mai pensato'. Sono più intelligenti". Per Bloomberg, l'ex segretario di Stato Henry Kissinger "è una delle persone più intelligenti, che si sia o meno d'accordo con lui".Alla domanda "chi non vorresti incontrare?", lui ha detto "Meglio che non risponda". E' stata Lagarde a rispondere per lui alla domanda che tutto il pubblico avrebbe voluto fare. Bloomberg si candiderà per le presidenziali del 2020? Alle persone riunite nella sede del Fondo, non lontano dalla Casa Bianca di Donald Trump, lei ha detto come se fosse lui: "Sono nella posizione costituzionale di farlo".