Aereo dell'Egyptair dirottato a Cipro. Arrestato il dirottatore, liberi gli ostaggi

Il dirottatore è un egiziano e si chiama Seif Eldin Mustafa. A bordo c'era anche un cittadino italiano, Andrea Bianchetti

Redazione Tiscali

Dopo lunghe trattative è finito il dirottamento di un Airbus dell'Egyptair con 81 passeggeri a bordo. Il dirottatore, egiziano e si chiama Seif Eldin Mustafa, si è arreso alle autorità dopo essere uscito dall'aereo con le mani in alto ed è stato arrestato. La cronaca della giornata

"L'uomo non indossava alcuna cintura esplosiva". Il velivolo era partito stamani da Alessandria d'Egitto ma era stato costretto ad atterrare a Larnaca (Cipro). A bordo c'era anche un cittadino italiano, Andrea Bianchetti, che era stato rilasciato in mattinata.

Le immagini

Ancora poco chiaro il movente del dirottamento, che apparirebbe legato a dei motivi personali: l'uomo, identificato dalle autorità cipriote come Saif al-Din Mustafa, è attualmente sotto interrogatorio ma è apparso "instabile" agli agenti che lo hanno arrestato; gli inquirenti hanno quindi sollevato dei dubbi sulla sua effettiva sanità mentale.

Pochi minuti prima dell'annuncio dell'arresto del dirottatore dell'Airbus Egyptair, un corrispondente della tv di Stato egiziana aveva riferito di un "accordo tra l'Egitto e Cipro" sull'invio di un "aereo militare C-130" con a bordo "forze speciali" incaricate di "assaltare" il velivolo.

Durante le ore di paura, il dirottatore avrebbe chiesto di parlare con la ex moglie. In seguito anche la liberazione di detenute egiziane. Ma tuttora non ci sono conferme ufficiali riguardo le vere motivazioni dell'uomo. "Il dirottatore all'inizio aveva chiesto di andare in Turchia", ha confermato il ministro dell'aviazione cipriota Fathy. Ma dopo "trattative", ha detto ancora il ministro, l'aereo si è diretto a Cipro perché era più vicino. "Non è un terrorista, ma un idiota". Così un funzionario del ministero degli Esteri egiziano.

Lo scambio di persona - L'agenzia ufficiale Mena precisa che "apparati di sicurezza hanno scoperto che il dirottatore" dell'Egyptair "è un egiziano e si chiama Seif Eldin Mustafa". Si conferma dunque che non si tratta di Ibrahi Samaha come annunciato in precedenza. Il rettore dell'Università di Alessandria, Ashraf Nazem, ha precisato che Samaha era sull'aereo solo come "passeggero" e stava andando al Cairo per volare negli Stati Uniti per assistere a conferenza sulla scienza dell'alimentazione.

"Non sapevamo cosa stesse succedendo", ha detto Samaha. "Siamo saliti sull'aereo e siamo rimasti sorpresi quando i membri dell'equipaggio hanno cominciato a prenderci tutti i passaporti, che è inconsueto per un volo interno - ha proseguito -. Dopo un po' ci siamo resi conto che stavamo salendo di altitudine. A quel punto sapevano che ci stavamo dirigendo verso Cipro. All'inizio l'equipaggio ci ha detto che c'era un problema con l'aereo, solo più tardi abbiamo appreso che l'aereo era stato dirottato".

"Il dirottatore ha indirizzato un messaggio di quattro pagine in arabo all'ex moglie": lo scrive il sito egiziano Al Ahram citando la "radio cipriota". L'ex moglie, Marina Parashkou, starebbe partecipando ai negoziati. Secondo alcuni media citati dalla Bbc in un tweet, il dirottatore ha chiesto di vedere la sua ex moglie.