Un Hackathon per semplificare e innovare: la sfida di Generali

askanews

Venezia (askanews) - Due giorni per sfidarsi nello sviluppare idee e progetti originali con l'obiettivo di semplificare e innovare. Alla Fondazione Cini sull'Isola di San Giorgio a Venezia è andata in scena l'edizione 2017 dell'Hackathon di Generali Italia, un evento che ha coinvolto 160 tra dipendenti e agenti della compagnia assicurativa, chiamati e immaginare, divertendosi anche, nuove idee che possano contribuire al cambiamento della cultura aziendale, favorendo l'accelerazione verso processi di innovazione e semplificazione. A fare da padrone di casa, accanto al direttore del TG La7 Enrico Mentana, il Country manager e amministratore delegato di Generali Italia, Marco Sesana: "È un'iniziativa innovativa, come poche se ne vedono - ci ha spiegato - lavoriamo con i nostri agenti e i nostri dipendenti per trovare delle idee migliori per proporci sul mercato".Idee che puntano a creare "un'eccellente customer experience", ma anche a cambiare il modo stesso in cui viene percepita l'assicurazione. E i 20 team in gara sono stati coinvolti su quattro temi che Generali Italia considera strategici: il ruolo dell'agente nell'era dell'engagement; la transizione dalla semplice copertura assicurativa a un servizio in grado di migliorare la vita del cliente; la trasformazione degli spazi dell'Agenzia e il valore del rapporto di scambio azienda-cliente.Sfide cui i partecipanti all'Hackathon hanno risposto con entusiasmo, tanto sul fronte, per così dire "interno" dell'azienda, quanto su quello "esterno" degli agenti."È una bellissima esperienza di contaminazione di idee e di interazioni con nuovi colleghi - ci ha spiegato Federica Martufi, comunicazione e csr Generali Country Italia - che, nell'ottica della semplificazione, vuol dire conoscere sistemi complessi e, allo stesso tempo, semplificarli, per portare nella nostra azienda un qualcosa di nuovo, di innovativo e creativo, che sia competitivo rispetto alle altre aziende"."Sono soddisfatto, carico come quando a 21 anni sono entrato in Generali, ne ho 52, potete immaginare - ha aggiunto Pino D'Aprile, dell'agenzia Generali Italia di Gioia del Colle -. Nella nostra compagnia è sempre stata un punto di forza l'idea di un rapporto diretto con il management, un arricchimento da portare alla nostra clientela".La via verso l'innovazione, dunque, passa anche attraverso l'evoluzione del rapporto con il territorio e un più ricco coinvolgimento delle agenzie sparse in tutta Italia."Gli agenti - ha concluso Sesana - sono i nostri partner in questo progetto, sono parte dell'azienda, perché noi sappiamo benissimo che sul territorio ci sono loro che vendono i nostri prodotti, che fanno consulenza, e quindi sono con noi".A complemento dell'Hackathon ufficiale, inoltre, Generali Italia ha lanciato anche una "call4ideas" rivolta a studenti e neolaureati delle università italiane, sugli stessi temi su cui sono stati impegnati i 20 team in gara.