Governo e imprese a confronto su innovazione e crescita

askanews

Roma, (askanews) - Infrastrutture e innovazione digitale, come fattori trainanti della crescita e supporto alle imprese di settore. Se ne è discusso in un tavolo di confronto a cui hanno partecipato esponenti di Governo, esperti e rappresentanti delle aziende del comparto, organizzato da Cogein Gruppo Data Management e dal Gruppo Hdrà Consenso Relations. Presente al tavolo la sottosegretaria alle Infrastrutture e Trasporti, Simona Vicari, che ha posto l'accento sulla necessità per il nostro paese di rendersi indipendente dal punto di vista della produzione di dati: "attualmente gli italiani non sono proprietari dei dati che producono. Siamo ostaggi dei cinesi o degli americani. Un piccolo valore, un piccolo seme, lo abbiamo già impiantato con la UirNet nel nostro paese. Ecco, dobbiamo far sì che ciò che noi conosciamo, ciò che noi abbiamo, sia esclusivo patrimonio nostro e non sia consegnato ad altri". Proprio la UirNet ha sviluppato un elemento innovativo come la Piattaforma logistica nazionale. In cosa consiste lo il presidente di UirNet, Rodolfo De Dominicis: "la Piattaforma logistica nazionale è uno strumento informatico e telematico che serve a gestire i flussi di merci di ogni azienda e tipologia, all'interno del territorio nazionale, al momento, aumentando l'efficienza complessiva del sistema gestendo le emissioni delle merci che camminano sopra i camion e garantendo l'intermodalità. Quindi il cambio di modo tra i vari modi più comuni, che sono: strada-ferrovia, oppure ferrovia-mare. Questo è estremamente importante perché si riescono a guadagnare 5 o 6 miliardi di Pil all'anno". Occorre comunque fare ancora dei passi avanti, soprattutto nella pubblica amministrazione, come spiega il consigliere delegato di Data management Hrm, Luca Scanu: "il dialogo c'è, le iniziative sono tante. Quello che a volte risulta un po' difficile è parlare la stessa lingua perché una cosa su cui bosgnerebbe investire molto, in generale in Italia e nella Pubblica amministrazione, è un po' la cultura dell'innovazione, cioé comprendere le tecnolgie e capire come queste possano abilitare il modo di fare le cose in maniera diversa, per ottenere efficacia ed efficienza e quindi poi ottenere i risultati che tutti noi auspichiamo in ogni ambito".