Tagliatore, a Pitti Uomo calzatura per brand extension

Tagliatore, a Pitti Uomo calzatura per brand extension
di Askanews

Roma, 12 gen. (askanews) - Anche nel 2018 a Pitti Uomo Tagliatore porta una passione che si tramanda da tre generazioni fin dal lontano 1940. Con il nuovo direttore creativo, Pino Lerario, brillante esponente di questa tradizione sartoriale che prende spunto dal laboratorio artigiano del nonno che produceva scarpe e dal quale deriva proprio il nome Tagliatore riferendosi all'attivtà di intagliare le tomaie.Proprio la calzatura è il nuovo importante inserimento nel progetto di brand extension che l'azienda sta sviluppando già da 4 stagioni per proporre un total look completo. Sette i modelli, Oxford, derby, mocassini e duilio coda di rondine, interamente realizzati in Italia da maestri calzolai toscani secondo la più antica tradizione. I materiali pregiati come il vitello abrasivato, spazzolato o washed, hanno suole in cuoio rifinite a mano ed inserti/isole in gomma antipioggia personalizzate con logo Tagliatore. Alcuni modelli hanno finiture vintage mentre in altre varianti è presente la pelle stampata cocco."Contiamo con questa nuova proposta di fidelizzare maggiormente il cliente Tagliatore offrendogli un elemento ulteriore per il proprio guardaroba. Inserire in collezione delle proposte calzature è un processo non solo legato ad attività di extension del brand ma anche un tributo alle mie origini, alla terra di Puglia e alla mia famiglia", sottolinea Pino Lerario.