GM è (quasi) in mano alle donne: alle finanze una 39enne

GM è (quasi) in mano alle donne: alle finanze una 39enne
di Askanews

New York, 13 giu. (askanews) - General Motors è praticamente in mano alle donne. Una 39enne di origini indiane è stata promossa per diventare il direttore finanziario del più grande prodottore americano di auto davanti a Ford e Fiat Chrysler Automobiles. Si tratta di Dhivya Suryadevara, che dal prossimo primo settembre prenderà il posto del 58enne Chuck Stevens. Dopo oltre 40 anni nell'azienda di Detroit (Michigan), il top manager ha comunicato la sua intenzione di andarsene. Cfo dal 15 gennaio 2014, Stevens sarà advisor fino al suo addio.Suryadevara - laurea e master in India e un Mba ad Harvard - renderà conto delle proprie attività all'amministratore delegato Mary Barra, la prima donna al mondo a essere finita al volante di un gruppo di auto (era il gennaio 2014). Il Ceo ha commentato la promozione della 39enne, dal luglio 2017 vicepresidente delle finanze aziendali, dicendo che la sua "esperienza e leadership in vari ruoli chiave nelle nostre attività finnziarie la posizionano bene per portare avanti i risultati forti che abbiamo conseguito negli ultimi anni". Focalizzandosi sulle vetture ad alti margini come i Suv e i pickup truck, GM ha conseguito due anni di fila con profitti operativi record.In un settore, quello delle quattro ruote, dominato da sempre dagli uomoni, la promozione di Suryadevara dimostra l'importanza crescente del gentil sesso in GM. Cinque degli 11 membri del cda dell'azienda sono donne e a Barra riferiscono varie executive tra cui Kimberly Brycz, a capo delle risorse umane da marzo, e Alicia Boler Davis, a capo delle attività manifatturiere.Stando a una nota di GM, Suryadevara ha avuto un ruolo chiave nel disivestimento in Opel, nell'investimento in Lyft (l'anti-Uber) e in quello della giapponese SoftBank annunciato recentemente per 2,25 miliardi di dollari nelle attività di GM dedicate alla guida autonoma. Tra il 2015 e il 2017, Suryadevara "ha contribuito" a ottenere un rialzo dei rating delle tre principali agenzie e dal 2013 al 2017 è stata anche Ceo e direttore investimenti di GM Asset Management.