Ces 2018, Koenig (Cta) racconta il focus su Smart cities e Sport

Codice da incorporare:
di Askanews

Milano (askanews) - Le aree dedicate a Smart cities e Sport sono tra le principali novità dell'edizione 2018 del Consumer electronic show, a Las Vegas dal 9 al 12 gennaio. Sono attesi oltre 170mila visitatori per l'appuntamento di tecnologia. Steve Koenig, senior director market research della Consumer Technology Association, associazione che rappresenta oltre 2.200 aziende e organizza l'evento, racconta ad askanews cosa vedremo al Ces 2018."Ci sono molte nuove aree, compresa quella chiamata Ces Sports che ha molto a che fare con le tecnologie che migliorano l'esperienza sportiva, ad esempio per quantificare le performance con dispositivi indossabili". Il campione di basket Baron Davis, Nba All Star ora diventato imprenditore, è ambasciatore del Ces 2018."Per la Smart city ci sono circa 40 espositori ed è un mix di B2B e B2C tecnologie, si parla di energia, trasporti, mobilità, sicurezza tutti elementi che giocano un ruolo in questo campo"."Ci sono diversi studi sul ruolo delle smart cities in Europa e abbiamo scoperto che la maggior parte degli sforzi oggi sono concentrati su conservazione dell'energia e l'ambiente, mentre negli Stati Uniti si parla soprattutto di trasporti e mobilità. In generale l'energia costa di più in Europa e quindi si parla più di protezione e sicurezza ambientale, negli Stati Uniti si guida di più, l'approccio è diverso" spiega Koenig."Oltre la metà della popolazione mondiale vive in zone urbane e secondo l'Onu entro il 2050 saranno i due terzi. Per questo facciamo un focus: con le migrazioni e gli spostamenti le città affrontano nuove sfide e c'è un pressing sulle risorse. In questo contesto la tecnologia può migliorare davvero la qualità della vita, e dare opportunità economiche per le città. Non parliamo solo di imprese, ma anche del ruolo diretto che i cittadini giocano con i loro dispositivi e i loro veicoli".I numeri del Ces 2018 sono in crescita. "Ci aspettiamo più di 170mila visitatori e più di 3.900 espositori, comprese oltre 800 start up, da più di 150 Paesi del mondo e un terzo da fuori Stati Uniti, su una superficie di 2,6 milioni di metri quadri. Un altro trend degli ultimi anni è l'aumento costante delle delegazioni stranieri, ne aspettiamo oltre 100 compresi ministri da Francia, Olanda e Messico".Anche alla luce dei nuovi temi approfonditi, al Ces 2018 partecipano rappresentanti di governi: per la prima volta ci sarà anche una presenza italiana organizzata. "Negli ultimi anni abbiamo visto una crescita significativa della presenza italiana, di visitatori ed espositori, stiamo lavorando con l'Istituto per il commercio estero per portare alcune startup a Las Vegas. A gennaio 2017 gli espositori italiani erano 11, ci aspettiamo di averne almeno una ventina quest'anno".