Il trentenne più ricco e potente del mondo non è Mark Zuckerberg. Ecco chi è

A soli 31 anni ha in mano le chiavi del potere di uno dei più importanti stati del pianeta e gestirà la più grande quotazione in borsa della storia

Il trentenne più ricco e potente del mondo non è Mark Zuckerber. Ecco chi è
MbS nel suo incontro con Mark Zuckerberg lo scorso anno in Silicon Valley
di Michael Pontrelli   -   Twitter: @micpontrelli

Chi è il trentenne più ricco e potente del mondo? La prima risposta che viene in mente a tutti è quella del 32enne fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg. In realtà la risposta è sbagliata. C’è un 31enne molto più ricco e potente di lui: il principe Mohammad Bin Salman Al Saud, noto a tutti come MbS, figlio del re saudita Salman.

Ministro della difesa, responsabile dell'energia e di Vision 2030 

MbS ha una concentrazione di potere in mano da far impallidire Mark Zuckerberg: è ministro della difesa dell’Arabia Saudita, responsabile della politica energetica e di Vision 2030, il programma con cui il suo paese punta ad uscire dalla dipendenza dal petrolio attraverso la quotazione di borsa più grande della storia: quella di Aramco, la compagnia petrolifera nazionale saudita che da sola detiene il 16% di tutte le riserve petrolifere del mondo.

Aramco vale più di Google, Apple e Microsoft messe assieme 

Secondo alcune stime Aramco potrebbe valere 2000 miliardi di dollari, il 20% in più del Pil italiano e più della capitalizzazione di Google, Apple e Microsoft messe assieme. Il progetto è quello di creare il fondo di investimento sovrano più grande del mondo attraverso la quotazione in borsa del 5% della società per un valore quindi dell’Ipo pari a 100 miliardi di dollari, 4 volte più della più grande Ipo della storia fino a questo momento, quella di Alibaba a 25 miliardi di dollari.

E' guerra tra banche d'affari e piazze finanziarie 

Il progetto ha già scatenato una furiosa guerra tra le più grandi banche d’affari che vogliono accaparrarsi la ricca consulenza. Non da meno è la battaglia tra le più grandi piazze finanziarie del mondo che puntano ad ospitare la quotazione: Wall Street, Tokyo, Hong Kong, Londra e la Cina. Quest’ultima sembra la favorita per la quotazione asiatica dato che già ora acquista il 70% del petrolio saudita.

MbS già ospitato alla Casa Bianca da Donald Trump 

Una conferma dell’immenso potere di MbS è arrivata la settimana scorsa. Il principe saudita è stato uno dei primi che il neo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha voluto incontrare alla Casa Bianca. L’Arabia Saudita è il maggior acquirente al mondo di armi americane.

L'anno scorso l'incontro con Mark Zuckerberg 

Nonostante l’immenso potere e dunque le grandi responsabilità MbS trova comunque il tempo per dedicarsi anche a passioni più giovanili. L’anno scorso in Silicon Valley ha incontrato il re dei social network, Mark Zuckerberg. Dal magnate russo Yuri Shefler ha invece comprato per la modica cifra di 500 milioni di dollari il mega yacht da 139 metri, Serene. Noccioline per uno come lui.