[Il personaggio] Casaleggio Jr "pazzo" di intelligenza artificiale. Ecco il suo sogno

Per il figlio di Gianroberto il futuro del Paese passa dalla capacità di saper usare le nuove tecnologie. E sogna una nuova Olivetti italiana

Casaleggio Jr 'pazzo' di intelligenza artificiale. Ecco quale è il suo sogno
di Michael Pontrelli   -   Twitter: @micpontrelli

Davide Casaleggio, 41 anni, ha raccolto l’eredità del padre Gianroberto non solo come “eminenza grigia” del Movimento 5 stelle ma anche come presidente della Casaleggio Associati, società che si occupa di consulenza aziendale nel campo delle nuove tecnologie di comunicazione. Prima che politico è perciò un imprenditore e una conferma importante arriva da un evento organizzato a Milano che riunisce imprenditori e manager per discutere di intelligenza artificiale (AI). Casaleggio Jr ne ha parlato con il Corriere della Sera facendo emergere un tratto della sua personalità finora sconosciuto al grande pubblico: la passione per le tecnologie più innovative del momento e la convinzione che da esse passi il futuro dell’Italia.

Con AI l'Italia può raddoppiare la crescita 

“Quello dell’intelligenza artificiale - ha spiegato – è un mercato che varrà 18,3 miliardi di dollari a livello mondiale a fine 2017 e potrà far quasi raddoppiare la crescita del Pil italiano in meno di dieci anni portando ulteriori 200 miliardi di euro di valore aggiunto annuo”. “Siamo agli albori  - ha proseguito – di una rivoluzione industriale molto più importante e rapida delle precedenti. Se le aziende italiane vogliono esserne parte questo è il momento”.

Il sogno è una nuova Olivetti 

Casaleggio Jr ha riconosciuto che “l’Italia da anni ha perso una posizione di primo piano nello sviluppo tecnologico” ma “se produrre software non è la cosa che ci riesce meglio questo non significa che  non possiamo diventare un paese dove se ne fa l’uso migliore”.  Il figlio di Gianroberto sogna “una futura Olivetti nel campo delle applicazioni dell’intelligenza artificiale che nasca in Italia e abbia successo in tutto il mondo” perché questo sarebbe “un traino per il Paese”.

Grazie ad AI risparmi a due cifre 

Il presidente di Casaleggio Associati ha anche spiegato quelli che a suo avviso sono i 4 ambiti di applicazione della AI presenti in tutti i settori produttivi: relazione con i clienti, marketing, vendita e organizzazione aziendale. “Tutti i casi che abbiamo analizzato in una ricerca da noi condotta – ha spiegato – indicano miglioramenti percentuali di due cifre sia in termini di ricavi aggiuntivi che di risparmio sui costi”.

Automazione eliminerà milioni di lavoratori 

E quest’ultimo punto, il risparmio sui costi, è probabilmente il punto critico più importante dell’intelligenza artificiale che, come sostenuto dai più grandi esperti mondiali, andrà a sostituire l’uomo in tantissime attività. Le previsioni non sono rassicuranti dato che si parla di milioni di lavoratori che nei prossimi anni saranno espulsi dalle aziende per effetto dell’automazione dei processi.

Casaleggio Jr non affronta nodo ricaduta AI su occupati 

Casaleggio jr non si mostra però molto toccato dal problema e rispondendo ad una domanda sulla pericolosità della AI per l’occupazione ha affermato che “essa è pericolosa” per i dipendenti “delle aziende che non l’adottano”. Un modo intelligente per non affrontare l’argomento. E’ vero che l’innovazione è fondamentale per la sopravvivenza delle aziende ma è altrettanto vero che l’espulsione di milioni di lavoratori avrà bisogno di risposte importanti a livello politico e sociale. Non è una questione che si può liquidare con una battuta.