Sette secondi, la morte in diretta: il video choc del duplice omicidio della camorra

Polizia di Stato

Sette secondi, sette drammatici secondi. Tanto è durato l'omicidio di Salvatore Scognamiglio e Salvatore Paolillo, un duplice delitto messo a segno nel 2011 dall'allora boss emergente - oggi pentito - Antonio Lo Russo, per dirimere alcune questioni interne alla sua famiglia. Immagini agghiaccianti, si nota al centro di tutto il commando entrare in azione tra slot e avventori, morte in diretta di cui parla il mandante il boss oggi pentito Antonio lo Russo. Era il 5 agosto del 2011, per quel delitto sono ora accusato Vincenzo Bonavolta e Luciano Pompeo. La procura di Napoli ha individuato le cause e il movente: quel duplice omicidio serviva ad Antonio Lo Russo a imporre la sua logica di potere contro Mario Lo Russo, all'epoca boss designato dopo il pentimento di Salvatore, Padre di Antonio e Fratello di Mario.