"Hanno picchiato una poliziotta e poi sono scoppiate le cariche". La testimonianza della seconda notte folle di Torino

Tiscali

A piazza Santa Giulia a Torino ci sono stati scontri tra la polizia e i giovani dei centri sociali nel quartiere Vanchiglia, uno dei cuori pulsanti della movida torinese. A scatenare i disordini sarebbero stati i controlli a tappeto per il rispetto dell’ordinanza comunale che, a partire dalla ore 20, vieta la vendita di alcolici da asporto. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, una cinquantina di agenti sarebbero arrivati in piazza, dove già nei giorni scorsi si erano verificate contestazioni, entrando in contatto con alcuni attivisti del vicino centro sociale Askatasuna. Il vicino centro sociale Askatasuna aveva chiamato a raccolta per protestare contro l’ordinanza della sindaca Chiara Appendinoche vieta la vendita di bibite da asporto dalle 20 alle 6. In piazza Santa Giulia, dove già alla fine della settimana scorsa la presenza delle forze dell’ordine era stata contestata, è stata schierata, prima del tramonto, una cinquantina di agenti della Polizia di Stato e della Polizia Municipale.
Il caos è scoppiato quando il contingente è ripartito, lasciando in piazza pochi funzionari. Due commissari di polizia, un uomo e una donna, sono stati circondati e malmenati. Sono stati fatti immediatamente tornare gli agenti mobilitati prima e ci sono state cariche. Urla, spintoni e colpi tra i manifestanti e le forze dell’ordine, mentre molti clienti di bar e ristoranti scappavano via o si rifugiavano all’interno dei locali. Negli scontri sono rimasti feriti quattro agenti, uno colpito con una bottigliata in faccia, altri tre con lesioni più lievi.
C’è anche il video con la testimonianza di una barista su quello che è accaduto.