Il weekend del gusto si celebra dall’Emilia-Romagna alla Puglia

Sarà festa nel fine settimanaa Sant’Agata Feltria e ad Acquaviva delle Fonti, due borghi in provincia di Rimini e di Bari che apriranno le loro porte per celebrare il pregiato tartufo e i tipici calzoni pugliesi.

Il weekend del gusto si celebra dall’Emilia-Romagna alla Puglia
Redazione Tiscali

Sarà festa nel weekend a Sant’Agata Feltria e ad Acquaviva delle Fonti, due borghi in provincia di Rimini e di Bari che apriranno le loro porte per celebrare il pregiato tartufo e i tipici calzoni pugliesi.

Il tartufo

Nel paese noto in tutta la Romagna per la Rocca Fregoso, il teatro Angelo Mariani, l’antico Convento di San Girolamo e il percorso delle Fontane, la prossima domenica (e ancora quelle del 22 e del 29 ottobre) sarà all’insegna di un profumo e di un sapore inconfondibile, quello del tartufo. E in particolare del tartufo bianco pregiato raccolto nei boschi che circondano Sant’Agata Feltria; una delizia che cresce da sempre in questo territorio e che sarà sapientemente lavorata dalle cuoche locali per dar vita a irresistibili ricette. Nelle bancherelle allestite nel centro storico si potranno acquistare sia il tartufo bianco che il tartufo nero, mentre saranno presenti tutti gli altri prodotti tipici autunnali come le castagne, i funghi e il miele, e non mancheranno gli artigiani che proporranno le proprie opere d’arte. Anche i migliori ristoranti della zona proporranno, negli stand gastronomici allestiti per l’occasione, numerose specialità a base di tartufo e funghi in esclusiva per l’evento.

Sagra del calzone

Riscendendo la Penisola di quasi 500 chilometri fino alla provincia di Bari, i sapori e le atmosfere di un tempo - tramandate di generazione in generazione - rivivranno come per magia ad Acquaviva delle Fonti grazie alla Sagra del calzone. L’appuntamento è fissato dal 13 al 15 ottobre, un intero fine settimana nel quale il paese accoglierà migliaia di visitatori pronti ad affrontare memorabili scorpacciate di calzoni a base di cipolle stufate nell’olio d’oliva e ricotta forte, di salsicce ed agnellone alla brace, il tutto innaffiato da un ottimo rosso Primitivo e accompagnato da musica, balli e giochi. Teatro dell’evento saranno ben tre piazze del paese – Piazza Vittorio Emanuele, Piazza Giuseppe Garibaldi e Piazza dei Martiri – per un appuntamento ormai storico, che si rinnova dal lontano 1971 in quello che è noto in tutta la Puglia come il “il paese delle cipolle e delle bande musicali”.

Zafferiamo

Trascorreranno poi solo pochi giorni, e per gli amanti delle gite fuori porta arriveranno altri due appuntamenti imperdibili. Il primo a Città della Pieve, che dal 20 al 22 ottobre celebrerà con “Zafferiamo” il suo tesoro di colore rosso che poi diventa giallo: lo zafferano purissimo in fili della splendida località umbra sarà al centro dei 3giorni di festa e si potrà scoprire in tutte le sue sfaccettature. Il secondo a Tassullo (Trento), nella splendida cornice di Castel Valer nel comune di Ville d’Anaunia: il 21 e il 22 ottobretornerà “Formai dal mont”, la rassegna dei formaggi di malga che spegnerà quest’anno le prime 10 candeline e si annuncia ancora più straordinaria del solito.