Protesta dei radicali durante la cerimonia d'addio di Spelacchio

Codice da incorporare:
di Askanews

Roma, (askanews) - Un gruppo di Radicali sostenitori del referendum sulla messa a gara del Trasporto pubblico locale (Tpl) si è presentato ai piedi di Spelacchio, in occasione della cerimonia di addio dell'abete natalizio di Piazza Venezia, con delle locandine che ritraevano la sagoma del volto di Virginia Raggi, al centro del quale compariva un punto interrogativo. Tra i radicali e gli attivisti M5S in piazza sono scoppiate scintille:"Abbiamo raccolto 33.000 firme dei cittadini, perché volete impedire questo diritto dei cittadini di votare?", ha denunciato un dimostrante."La sindaca Raggi ha detto in campagna elettorale che 'Uno vale uno', quanto valgono 33.000 romani che hanno firmato per il referendum, zero!", ha aggiunto un altro.Presente alla cerimonia l'assessora alla sostenibilità ambientale Pinuccia Montanari: "Abbiamo raccolto tutti i messaggi, di tantissime persone, migliaia, hanno lasciato sui rami di Spelacchio, li raccoglieremo, ringraziamo tutti i cittadini, in particolare vorrei ringraziare la signora Rosa che ha scritto una bellissima ode a Spelacchio che rappresenta ormai nell'immaginario un simbolo importante. Raccoglieremo tutte le testimonianze delle persone in un libro lo metteremo a disposizione di tutti".