Tenta una rapina in un bar e scappa: ma il carabiniere che lo insegue è un olimpionico

Sulla pattuglia accorsa sul luogo della tentata rapina c'era anche Giovanni De Benedictis, una delle glorie della marcia italiana

Giovanni De Benedictis
Giovanni De Benedictis
Redazione Tiscali

Un ladro davvero sfortunato  quello che lunedì sera ha tentato una rapina in un bar di Montesilvano (Pescara) cercando poi di scappare a piedi dopo l'arrivo dei carabinieri.  Sulla pattuglia accorsa 'purtroppo  per lui c'era anche Giovanni De Benedictis, una delle glorie della marcia italiana, medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Barcellona nel 1992 nella 20 km.

A inseguire il ladro è Giovanni De Benedictis

Quando il ragazzo, un 23enne originario del Gambia descritto come un colosso di 190 cm con le gambe lunghe, ha iniziato a scappare di corsa, il vice brigadiere De Benedictis, che dal gruppo sportivo dei carabinieri ora presta servizio nelle pattuglie in servizio d'ordine nel litorale pescarese, non si è scomposto e ha iniziato a inseguirlo di corsa.

Ladro catturato dopo 800 metri

La vicenda atletica dell'inseguimento è durata circa 800 metri, anche questa misura olimpica in atletica leggera: nonostante l'impaccio degli stivali militari De Benedictis ha prima lasciato 'sfogarè il fuggitivo per poi raggiungerlo ed arrestarlo con l'aiuto degli altri colleghi sopraggiunti. Il giovane dovrà ora rispondere di tentativo di rapina e resistenza a pubblico ufficiale.