Impiegata investe 43enne che l'aveva aggredita nella Bergamasca

Impiegata investe 43enne che l'aveva aggredita nella Bergamasca
di Askanews

Milano, 19 giu. (askanews) - E' finita in tragedia a Villongo, nella Bergamasca, la tentata aggressione messa in atto intorno alle 8 di questa mattina da un uomo nei confronti di un'impiegata 44enne. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri del comando provinciale di Bergamo, l'uomo, un 43enne operaio pregiudicato di origine albanese, l'avrebbe attesa armato di coltello nel parcheggio di fronte alla biblioteca di via Roma dove la donnasi stava recando a lavorare. I due avrebbero discusso in modo sempre più animato fino a quando il 43enne l'avrebbe aggredita e ferita ad un braccio. Nonostante i tentativi dell'uomo di fermarla, la donna sarebbe riuscita a salire in auto e a mettere in moto, e nel tentativo di fuggire l'avrebbe investito facendo retromarcia. Il 43enne sarebbe così caduto a terra battendo in modo molto forte la testa sull'asfalto, dove è morto poco dopo nonostante il tentativo di rianimarlo da parte dei soccorritori del 118.La 44enne è stata trasportata all'ospedale di Sarnico sotto choc e dunque non è ancora stata ascoltata dai carabinieri in qualità di persona informata sui fatti. Dai primi accertamenti svolti dai militari, non risultano formali denunce per stalking sporte dalla donna nei confronti del 43enne, con cui non è al momento ancora chiaro se avesse avuto una relazione. I due risultano entrambi residenti a Chiari, nel Bresciano.