In metropolitana con un fucile infilato nei pantaloni: la strana passeggiata del migrante senegalese

Codice da incorporare:
di Corriere

Se ne andava in giro per la metropolitana di Milano con un fucile ad aria compressa infilato nei pantaloni e per questo camminava a fatica. Quando i vigilantes dell’Atm hanno notato un pezzo di ferro spuntare, si sono insospettì. L’uomo, un senegalese, si è giustificato dicendo che aveva una protesi alla gamba e per questo zoppicava. E’ stato fermato dalla polizia.