Torna a casa il rarissimo falco della Regina: le immagini

Codice da incorporare:
Redazione Tiscali

E' stato liberato dal personale del Corpo forestale della Sardegna un esemplare del "falco della Regina", specie rarissima che che vive nella costa centro orientale della Sardegna, dove si trova una delle più nutrite colonie d'Europa. Il rapace - - è stato restituito alla libertà in una località chiamata Pedra Longa (Baunei) dopo essere stato salvato lo scorso 6 ottobre da uno sportivo, istruttore di kajak, che pagaiava nelle acque del Golfo di Orosei.

Il salvataggio e la liberazione

L’uomo, avvistato l’esemplare in difficoltà, era riuscito a soccorrerlo e a posarlo dentro la sua imbarcazione sportiva. Quindi aveva chiesto aiuto le strutture del Corpo forestale. La motovedetta di stanza ad Arbatax era stata subito inviata sul posto rintracciando rapidamente il kajak, anche grazie alla collaborazione del personale del Comune di Baunei. Raggiunto il porto di Arbatax, gli agenti forestali avevano affidato il rapace, che appariva denutrito e non mostrava traumi evidenti, alle cure veterinarie.

A undici giorni di distanza, perfettamente ristabilito, il falco ha ripreso a volare fra le falesie della costa dove è presente l'importante sito di nidificazione. Il nome scientifico della specie - Falco Eleonorae Gené - prende il nome dalla giudicessa medievale Eleonora d'Arborea, regina dell'omonimo giudicato sardo, che ne aveva disposto la tutela nella sua "Carta de logu", vietando la caccia dei falchi adulti e il prelievo dei nidiacei.