Gli eroi non vanno mai in vacanza, così un pompiere stagionale ha salvato la ministra

Così il 49enne Marco Renosto, per qualche giorno al campeggio Mediterraneo di Cavallino-Treporti, ha evitato un dramma

Gli eroi non vanno mai in vacanza, così un pompiere stagionale ha salvato la ministra
Redazione Tiscali

Indossare una divisa, che sia questa della polizia, dell’esercito o di una qualsiasi altro corpo, significa idealmente non toglierla mai, neppure quando si è in vacanza. Al campeggio Mediterraneo di Cavallino-Treporti, una tra le strutture ricettive maggiormente danneggiate dalla bomba d'aria che giovedì scorso ha investito il litorale veneziano, è stato proprio uno di questi eroi silenziosi ad evitare il peggio. Un pompiere precario, che si trovava li per qualche giorno di riposo, ha salvato la vita della ministra  Diana Golze, politica tedesca titolare delle politiche sociali del Brandeburgo. L’uomo, 49enne di Susegana, si chiama Marco Renosto e, ovviamente, non sapeva cosa sarebbe accaduto da lì a poco.

Provvidenziale l'intervento del vigile del fuoco

“Appena ho visto piombare a terra decine di alberi - ha raccontato ad un giornalista de Il Gazzettino - ho capito che stava succedendo qualcosa di grave, per questo mi sono qualificato alla reception dicendo che se c'era bisogno ero a disposizione”. E non appena la furia del vento è cessata il suo supporto è stato a dir poco fondamentale. “Alla reception – spiega - mi hanno detto che c'era una donna incastrata nella sua roulotte perché la stessa era stata travolta da un grosso albero”. La donna in questione era Diana Golze.

La ministra è stata operata, ora è fuori pericolo

“Ho allertato immediatamente la centrale dei vigili del fuoco - racconta Renosto - poi assieme ad altre persone abbiamo iniziato le operazioni di estrazione che ho gestito personalmente e con tutte le delicatezze del caso. Una volta liberata la donna abbiamo chiesto l'intervento di un'ambulanza: dalla centrale ci è stato detto che la viabilità era intasata, a quel punto abbiamo richiesto l'intervento dell'elicottero”. Diana Golze, grazie al pompiere eroe, e naturalmente grazie al lavoro dei medici, è stata operata alla schiena. Dopo una breve permanenza in rianimazione la donna è stata trasferita nel reparto di Neurochirurgia. Ora è fuori pericolo.