Crollo ponte a Fossano, l'Anas: "Cedimento anomalo, possibili vizi costruttivi".

I primi rilievi effettuati dalla commissione tecnica sembrano confermare i sospetti. L'Azienda Autonoma Strade si costituirà parte offesa in caso di giudizio

Crollo ponte a Fossano, l'Anas: 'Cedimento anomalo, possibili vizi costruttivi'.
Redazione Tiscali

 

Se dovessero emergere evidenti vizi costruttivi nella realizzazione della campata dell'asta di svincolo per Marene, al Km 61,300 in località Fossano, Anas si costituirà parte offesa in giudizio. E' la clamorosa novità che emerge dai primi rilievi effettuati dai tecnici dell'Azienda Autonoma Strade sul ponte venuto giù come un castello di carte pochi giorni fa nei pressi di Cuneo e che solo per un miracolo non ha causato vittime. "La Commissione Tecnica ha avviato dal pomeriggio di ieri le proprie attività, in collegamento con la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cuneo",  si legge in una nota inviata dall'Azienda .

"Dai primi rilievi appare anomalo il cedimento improvviso e così repentino della campata, senza alcuna preventiva evidenza di problematiche strutturali, tenuto anche conto che l’opera è stata realizzata negli anni '90 e che al momento del cedimento non era interessata da carichi significativi. Tale comportamento potrebbe pertanto ricadere nell’ambito di possibili vizi costruttivi dell’opera". Arriva dunque una prima importante conferma dei sospetti avanzati dagli esperti nell' immediatezza del crollo, sempre più probabilmente causato da un difetto esecutivo aggravato dalla mancanza di manutenzione. Sembra che la direzione delle indagini si stia orientando in modo molto preciso: "I tecnici Anas", si legge ancora nel comunicato "hanno effettuato ispezioni visive di tutti i viadotti e cavalcavia dell'arteria al fine di predisporre un programma di monitoraggio di tutto il sopraelevato con verifiche anche invasive come i sondaggi e l’impiego di radar, che partirà già nei prossimi giorni. Anas comunica inoltre che, nell’eventuale giudizio, si costituirà parte offesa".