Corruzione, Cantone: serve una legge per tutelare whisteblower

Codice da incorporare:
di Askanews

Roma, (askanews) - "E' necessario" che il Senato approvi entro la fine di questa legislatura la legge sulla tutela del whistleblower, cioè di quei lavoratori di aziende o enti pubblici che segnalano una possibile frode, un pericolo o un serio rischio per l'ente o la società dove prestano servizio.Il presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione (Anac), Raffaele Cantone, ha firmato la petizione a sostegno della legge sulla tutela del whistleblower, promossa da Riparte il futuro e Transparency International Italia, per sollecitare l'approvazione di una legge a favore dei whistleblower, già approvata dalla Camera e incagliata in Senato.Sono state già raccolte oltre 60mila e oggi è previsto un incontro col presidente del Senato, Pietro Grasso."Non si tratta di tutelare chi denuncia anonimamente, il wistleblower è un soggetto che ci mette la faccia. Chiudere questa iniziativa legislativa sarebbe un gesto importante da parte del Parlamento" ha spiegato Cantone. E poi una norma a tutela del whistleblower "va fatta anche per sfatare l'idea che qualcuno vuole far passare che qui si sta facendo delazione. La riforma è indispensabile e noi la riteniamo un passo avanti necessario nella lotta alla corruzione"."Le esperienze pratiche dimostrano molto spesso che chi denuncia si trova isolato all'interno del proprio lavoro e all'esterno.Non essendoci una tutela il lavoratore rischia di avere danni significativi. Questo è un istituto che fa fatica ad essere inserito nel nostro panorama culturale - ha aggiunto Casntone - non è un caso che non riusciamo a trovare nemmeno un nome in italiano, perchè tutte le parole tradotte dall'inglese finiscono per avere un'interpretazione negativa e poi perchè da noi chi collabora viene considerato un delatore, un personaggio poco affidabile che mette in discussione l'armonico funzionamento degli uffici".