Roma choc: donna di 75 anni violentata in strada, arrestato un 31enne

La vittima è una clochard di origini tedesche. La violenza si è consumata sotto i portici di piazza Vittorio all'Esquilino, rione multietnico al centro di Roma

portici di piazza Vittorio all'Esquilino
I portici di piazza Vittorio all'Esquilino (Foto da Il Messaggero)
TiscaliNews

Una donna di 75 anni è stata violentata ieri sera sotto i portici di piazza Vittorio all'Esquilino, rione multietnico al centro di Roma. La vittima è una clochard di origini tedesche. I carabinieri hanno arrestato poco dopo il presunto responsabile. Si tratta di un cittadino senegalese di 31 anni.

La vittima stava dormendo

La senzatetto tedesca stava dormendo sotto ai portici quando si è svegliata trovandosi con i pantaloni abbassati e l'uomo dietro di lei. Le sue urla hanno attirato l'attenzione di due turisti di passaggio e di una pattuglia in transito dei carabinieri della stazione Piazza Dante. I militari hanno inseguito e fermato il cittadino senegalese mentre tentava di scappare. E' accaduto intorno alle 21.30 di ieri sera.

L’uomo è accusato di violenza sessuale

La donna è stata soccorsa dai carabinieri e visitata al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni. Si trova ora nella caserma di via Tasso, ospitata e rifocillata dai carabinieri in attesa di una sistemazione. L'uomo, accusato di violenza sessuale, è stato portato nel carcere a Regina Coeli. Contro il degrado di piazza Vittorio e in particolare per arginare il fenomeno dello spaccio si sono mobilitati diversi comitati di cittadini, ma anche registi e attori che risiedono nel rione Esquilino.

Cri Roma: "Clochard esposti a troppi rischi"

La vita per strada è di per sé fonte di estrema insicurezza. Questa violenza di cui si ha notizia oggi, purtroppo, non è la prima. Ne sono vittime le donne, a volte le più esposte, e uomini, con atti di violenza che non hanno mai una connotazione precisa, che sono il frutto anche della estrema precarietà della vita per strada". Così la presidente della Croce Rossa di Roma Debora Diodati commenta la violenza avvenuta ai danni di una senzatetto. "Mi auguro - prosegue - che la città sappia trovare quella cultura della solidarietà che possa portare ad affrontare il dramma di chi vive per strada con politiche sempre più volte all'assistenza e all'inclusione".

Attori-registi, contro degrado

"Conosciamo la clochard violentata, come conosciamo tutti i senza dimora stanziali a Piazza Vittorio. Siamo dispiaciuti perché sono loro le persone più danneggiate dal degrado. Per questo è nato Esquilino vivo, anche se chiariamo subito che la nostra protesta è in antitesi rispetto a un vento brutto che soffia in Italia in questo momento. Il nostro è un contrasto al degrado cercando di essere inclusivi". A parlare è Daniela D'Antonio, moglie del regista e premio Oscar Paolo Sorrentino, che fa parte di Esquilino vivo, la rete che raccoglie un centinaio di persone tra attori, registi ma anche commercianti e gente comune residenti a piazza Vittorio e mobilitati contro il degrado del rione multietnico nel cuore di Roma.