"> L'immaginazione aumenta le prestazioni del cervello | <!--#include virtual="/v002/inc/title/generico.html"-->

Scienza

L'immaginazione aumenta le prestazioni del cervello

“Pompare” il cervello come fosse un muscolo è possibile con un po' di esercizio d'immaginazione, basta pensare di compiere dei movimenti e i neuroni che hanno formulato quel pensiero diverranno superattivi. Lo dimostra uno studio condotto da Rajesh Rao e Kai Miller della University of Washington e pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences grazie al quale è stato possibile in pochissimo tempo addestrare otto persone a 'telecomandare' col pensiero il cursore di un Pc. L'attività dei neuroni che permettono di immaginare un certo movimento è stata quindi 'pompata' con un po' di allenamento come succede per i muscoli di chi fa body building.
Comandare un computer col pensiero è una delle prospettive più all'avanguardia per riuscire a ridare autonomia a persone paralizzate. Ad oggi sono state realizzate varie interfaccia macchina-cervello per aiutare la persona a usare il proprio pensiero per "telecomandare" il Pc oppure una protesi robotica. Gli esperti Usa hanno voluto vedere quale fosse l'efficienza di questo meccanismo di comando col pensiero e per far questo hanno fatto una serie di esperimenti su otto persone. Prima hanno chiesto loro di fare dei movimenti con il braccio e registrato le onde neurali associate a quei movimenti. Poi gli hanno chiesto di limitarsi ad immaginare quegli stessi movimenti senza compierli e di nuovo hanno registrato l'attività neurale mettendo loro degli elettrodi di rilevazione sulla testa.
Contemporaneamente li hanno addestrati a guidare il cursore di un Pc col pensiero, facendolo muovere mentre immaginavano di fare un movimento col braccio. Quando i volontari hanno cominciato a comandare il cursore gli scienziati hanno chiesto loro di ripetere l'esercizio per una decina di minuti ed hanno così registrato l'aumento dell'attività neurale legata ai movimenti immaginati. In pratica i neuroni che creano l'immaginazione di un movimento diventano sempre più attivi e il controllo del cursore si fa via via più preciso. Questo studio mostra quindi che comandare un Pc col pensiero è un'idea percorribile ed efficiente e che il cervello migliora con un po' di "allenamento immaginario" che potrebbe dunque essere utilizzato come esercizio di riabilitazione post-ictus.
16 febbraio 2010