Enrico Letta e Gianna Fregonara (Ansa) Enrico Letta e Gianna Fregonara (Ansa) 
Articoli correlati

La giornalista del "Corsera" Gianna Fregonara è la nuova "first lady"

Al telefono è gentilissima: "Preferisco in questo momento non dire nulla. Comprendo perfettamente le esigenze redazionali, faccio questo mestiere da vent'anni ed è sempre difficile quando ci si trova dall'altra parte, ma davvero mi sembra fuori luogo in questo momento qualsiasi tipo di commento. Grazie". Gianna Fregonara, giornalista del Corriere della Sera, moglie di Enrico Letta da cui ha avuto tre figli (Giacomo, Lorenzo e Francesco), risponde così alle agenzie. Capelli corti, look sobrio, 45 anni portati con grazia, mai un filo di trucco, è lei la nuova first lady di palazzo Chigi.
La nuova first lady è una giornalista del Corsera - Giornalista professionista dal 1992, vanta una lunga e brillante carriera nel quotidiano di via Solferino: prima a lungo giornalista parlamentare, dopo il matrimonio ha preferito cambiare settore. Attualmente è responsabile della redazione Cronaca di Roma. Fregonara ha anche firmato il blog 'politicamente scorrette' sul sito del Corsera insieme alla collega e amica Maria Teresa Meli, ma l'ultimo aggiornamento risale al 14 dicembre. Enrico Letta e sua moglie hanno, a detta di chi li conosce, sempre mostrato grande affiatamento con discrezione, rare le foto dove li si vede insieme.
Enrico, il milanista di ferro che ama Dylan Dog - Nato a Pisa nel 1966, il presidente incaricato, oltre ad essere l'enfant prodige della politica italiana, è molto legato alla sua famiglia. Come racconta lui stesso nella biografia pubblicata sul suo sito, è un appassionato lettore di Dylan Dog, tifa Milan, ascolta Irene Grandi, Elio e le Storie Tese e Vasco Rossi. Tra i suoi scrittori preferiti ci sono Santo Piazzese, Marcello Fois e Gianrico Carofiglio. L'ultimo libro letto è L'uomo dei sogni di Jean-Christophe Rufi, la storia di un uomo che ha cambiato il proprio tempo partendo da un sogno di libertà. Il protagonista vive nel Medioevo in una Francia devastata dalla Guerra dei Cento Anni, con la sua coda di massacri, carestie e malattie. Un'epoca buia dalla quale, fin da ragazzo, sogna di fuggire. Solo un caso o un auspicio per i giorni a venire?
24 aprile 2013
Redazione Tiscali
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
  
 
Sullo stesso tema

Segui Tiscali su:

© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali