Articoli correlati

Santoro sfida il governo: "La fase 2 parta dalla Rai". Il giornalista: "Monti presti attenzione alla mia candidatura"

"Monti deve prestare attenzione a questa richiesta". Michele Santoro passa alla fase operativa, fa sapere che "entro uno-due giorni" saranno presentati i curricula per la candidatura ai vertici Rai "al presidente della Repubblica, del Senato, della Camera e della Commissione di Vigilanza". Il suo per la poltrona di dg, quello di Carlo Freccero per la presidenza. Lo sguardo del giornalista è però tutto rivolto al premier: "E' una questione di credibilità del governo. Monti ci indichi un percorso, dia una scadenza di due settimane per presentare i curricula. Se dice che vuole muoversi dopo le nomine della Vigilanza, questo non ci sta bene".
Santoro trova il sostegno di Roberto Saviano - La tre giorni di esposizione mediatica di Santoro, partita sabato da Tv Talk, passata domenica prima da In 1/2 h, poi da una conferenza stampa al Festival di Giornalismo di Perugia e destinata a finire oggi a Otto e mezzo, ha già visto la prevedibile levata di scudi del Pdl, ma ha anche trovato sostegno nel centrosinistra e in Roberto Saviano, che su Twitter ha invitato Monti a premiare "il merito e la storia dell'azienda". Ha prodotto anche un concorrente: Gianpiero Gamaleri, già consigliere Rai dal 1998 al 2002, che ha presentato la sua candidatura. La legge Gasparri assegna a governo e Parlamento le nomine, possibili a partire dalla scadenza del cda Rai dopo l'assemblea degli azionisti del 4 e 8 maggio con l'approvazione del bilancio, ma il ticket di potere dei partiti non vuol sentir parlare e nega che la loro sia una provocazione. "Basta con i partiti - afferma Freccero -. Il mio è un curriculum tecnico. E' un problema di metodo, si faccia come per la Bbc. Io sto preparando un dossier teorico di 80-90 cartelle".
Santoro loda il Pd per la scelta di non partecipare alla spartizione delle poltrone - "I tempi sono stretti - avverte -. Bisogna costringere Monti a non aspettare le decisioni dei partiti, ma ad anticiparle. Poi i partiti non potranno far altro che seguirlo, se non vogliono precipitare ancora di più nell'opinione pubblica". Il suo programma non prevede tagli. "A cosa serve un tagliatore di teste? Enrico Bondi - continua in merito alle voci che vedrebbero il manager in pole position per la carica di dg - o lo manda Mediaset o non si capisce". Per Santoro "anche se la Rai ha un indebitamento preoccupante e un organico che può sembrare esorbitante", investendo nella multimedialità, "tutti potranno avere una chance". Una Rai, sottolinea, "con Fabio Fazio in prima serata su Rai1, con Roberto Saviano nella sua fila, Floris ad occuparsi di politica, Celentano a fare il talent scout, Vespa messo di fronte a sfide nuove". "Ben vengano queste candidature - commenta il leader Idv Antonio Di Pietro -. Noi abbiamo già chiesto da tempo che vi sia la possibilità di presentare i curricula".
Il Pdl ironizza e parla di candidature da Corea del Nord - Di "atto di trasparenza e libertà" parla il presidente di Sel Nichi Vendola, mentre un sostegno arriva anche da esponenti Pd: "Santoro e Freccero bene hanno fatto a rendersi disponibili", dice Matteo Orfini, convinto però che la prima battaglia sia per "la riforma della governance". Nel Pdl all'ironia di Daniele Capezzone ("Solo dg? Credevo che sfidasse Obama"), si unisce l'attacco di Alessio Butti che parla di una scelta di "supponenza". "Per la Rai - spiega - servono profili qualificati". Sabato il Pdl aveva parlato di candidature da Corea del Nord. "Noi? Loro ci hanno vissuto fino a ieri nella Corea del Nord", è la replica di Santoro.
30 aprile 2012
Redazione Tiscali
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 

Segui Tiscali su:

Comunica con i servizi Tiscali:

Informati con Tiscali:

Cerca le aziende e servizi della tua città

Sei a:
Cerca:
 
Le rubriche

Né di qua né di là

Le rubriche
Importanti firme commentano i principali fatti di cronaca, economia, società e ambiente

Incontra online milioni di single!

Sono:
Dove:
Età:       
© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali