Il presidente dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker (Ansa) Il presidente dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker (Ansa) 
Articoli correlati

Vertice Eurogruppo sulla crisi spagnola: pronti 100 miliardi. La Spagna chiederà aiuto per le banche

La Spagna chiederà ai partner della zona dell'euro un aiuto per ricapitalizzare le sue banche. L'Eurogruppo si è dichiarato disponibile ad intervenire fino a 100 miliardi di euro. L'Fmi avrà un ruolo di sorveglianza. E' quanto emerge al termine della riunione dei ministri delle Finanze della zona euro convocata con urgenza questo pomeriggio in teleconferenza per discutere della crisi bancaria di Madrid. La decisione di accettare l'aiuto della zona euro viene confermata dal ministro spagnolo dell'Economia Luis De Guindos. "Il governo spagnolo ha la massima determinazione a contribuire alla stabilità della moneta unica", afferma De Guindos in una conferenza stampa. "Questo è un prestito che si riceve in condizioni molto favorevoli, più favorevoli di quelle di mercato e più favorevoli di quelle del Frob (fondo nazionale di aiuto alle banche,ndr). Pertanto non c'é il minimo salvataggio", aggiunge il ministro.
Il vertice dell'eurogruppo - I ministri delle finanze della zona dell'euro sono pronti a impegnarsi ad aiuti "fino a 100 miliardi di euro" alla Spagna per la ricapitalizzazione delle sue banche. E' l'indicazione contenuta nella bozza di conclusioni dell'Eurogruppo messa a punto stamattina in una riunione di 'alti funzionari'. La bozza di documento preparata non indica una cifra precisa, ma solo il tetto massimo di un eventuale impegno. Spetta ora ai ministri della zona dell'euro decidere l'entità degli aiuti e le condizioni del prestito. A rappresentare l'Italia alla teleconferenza sono stati il presidente del Consiglio Mario Monti, in veste di titolare dell'Economia, e il viceministro Vittorio Grilli. Lo si apprende da fonti governative. Le stesse fonti riferiscono che il premier è in collegamento telefonico da Milano, il viceministro Grilli da Roma.
Le condizioni per la Spagna -  Dopo tre ore di confronto tra i ministri delle finanze della zona euro - riferiscono fonti - la Spagna ha riconosciuto di avere bisogno di un aiuto esterno per far fronte alle esigenze di ricapitalizzazione delle proprie banche. Ma ha ottenuto dai partner condizioni limitate al settore finanziario e bancario e, soprattutto, di escludere dal prestito un ruolo diretto del Fondo monetario internazionale, che avrà solo un ruolo di sorveglianza sulle riforme. Il prestito passerà attraverso il fondo salva-stati Efsf.
Moody's: rischio contagio per l'Italia - "I recenti sviluppi in Spagna e in Grecia potrebbe portare a una revisione dei rating dei molti dei paesi dell'area euro". Lo afferma Moody's in una nota. "Il rischio di un'uscita della Grecia da Eurolandia minaccia l'esistenza dell'euro". Intanto il presidente dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker, ha esortato a risolvere rapidamente la crisi bancaria spagnola. "La soluzione deve arrivare rapidamente", ha detto Juncker in una intervista rilasciata ieri sera alla radio tedesca DeutschlandradioKultur, sottolineando anche che la situazione spagnola non è comunque comparabile con quella della Grecia, considerati gli sforzi compiuti da Madrid per rimettere a posti i suoi conti pubblici.
Le valutazioni del Fmi - Si comincia così a quantificare l'importo del primo aiuto necessario per mettere in sicurezza le banche spagnole. Servono appunto almeno 40 miliardi per mettere al riparo il sistema bancario spagnolo da un ulteriore peggioramento della crisi economica e finanziaria. Queste le conclusioni degli stress test del Fondo Monetario Internazionale. Per cui, se le grandi banche spagnole sembrano sufficientemente capitalizzate e pronte a resistere a eventuali choc, restano comunque "vulnerabili" parecchie altre banche, nonostante gli sforzi compiuti dalle autorità e dalla Bce. Gli stress test dell'Fmi hanno preso in considerazione anche lo scenario di un "severo deterioramento delle condizioni economiche".
09 giugno 2012
Redazione Tiscali
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 

Segui Tiscali su:

Comunica con i servizi Tiscali:

Informati con Tiscali:

Cerca le aziende e servizi della tua città

Sei a:
Cerca:
 
Le rubriche

Né di qua né di là

Le rubriche
Importanti firme commentano i principali fatti di cronaca, economia, società e ambiente

Incontra online milioni di single!

Sono:
Dove:
Età:       
© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali