Articoli correlati

Crisi, la Cgil frena Monti: "Crescita non dipende dalle parti sociali". Bonanni: "Siamo disposti a lavorare insieme"

La crescita non può dipendere da quello che le parti sociali possono fare in termini di produttività aziendale. Servono interventi sulla produttività di sistema, politiche industriali ed energetiche da parte del Governo. Lo afferma il numero uno della Cgil, Susanna Camusso. "Le parti sociali possono fare la loro parte ripartendo dall'accordo del 28 giugno 2011, estendendolo ed applicandolo nei rinnovi contrattuali". L'accordo prevede possibili deroghe al contratto nazionale con i contratti aziendali. "Serve ridare fiducia alle persone cominciando con la detassazione delle tredicesime con le risorse recuperate dalla lotta all'evasione". Ma servono anche - afferma Camusso - "interventi sulla produttività di sistema, politiche industriali ed energetiche da parte del governo". Sulla produttività, sottolinea, "incide il problema della dimensione delle nostre aziende. Servono, inoltre, nuove norme sulla legalità e sulla corruzione, che incidono pure sulla produttività". "Le parti sociali possono fare la loro parte ripartendo dall'accordo del 28 giugno 2011, estendendolo ed applicandolo nei rinnovi contrattuali", dice il segretario generale della Cgil, sostenendo che infine "serve ridare fiducia alle persone cominciando con la detassazione delle tredicesime con le risorse recuperate dalla lotta all'evasione".
Bonanni: “Governo ripristini sgravi fiscali” - "Siamo disposti a lavorare insieme sugli elementi che ostacolano la maggiore produttività per alzare i salari", oggi "troppo bassi". Così il leader Cisl, Raffaele Bonanni, al tavolo con il governo. "Bisogna migliorare la produttività con un gioco forte tra potere centrale e locale e parti sociali" e "la responsabilità di ciascuno". Il governo "deve detassare gli accordi di produttività ripristinando gli sgravi fiscali" prima e ora ridotti dal governo. Inoltre, aggiunge, "si può agire anche con una detassazione straordinaria per i nuovi investimenti". Il governo, chiede però Bonanni, "deve detassare gli accordi di produttività ripristinando gli sgravi fiscali" previsti dal precedente governo. Inoltre, dice, "si può agire anche con una detassazione straordinaria per i nuovi investimenti". Il leader della Cisl sottolinea poi che "abbiamo colto con interesse e sollievo la convocazione di oggi del governo. Possiamo affrontare insieme i problemi della crescita e della produttività. La drammatica crisi dell'Alcoa dimostra i ritardi accumulati in questi anni sui fattori di sviluppo. E' positivo che ora il governo voglia affrontare questo tema dopo lunghi anni di disattenzione. Le grandi sfide si affrontano con la cooperazione. Bisogna migliorare la produttività - afferma Bonanni - con un gioco forte tra poteri centrale, locali e parti sociali. Possiamo impegnarci bene sulle responsabilità di ciascuno. Il governo può dare impronta fortissima sulla crescita fino alla fine legislatura". I salari sono bassi, sottolinea infine il numero uno della Cisl, "per le troppe tasse e per la scarsa produttività di sistema. Il nodo è questo".
Centrella (Ugl): "Disponibili al confronto, ma ora più soldi ai lavoratori" - L'Ugl è disponibile al confronto con il Governo. "Parlare di produttività si può - ha detto il segretario generale Giovanni Centrella nel corso del confronto tra Governo e sindacati - ma occorre riportare soldi in tasca ai lavoratori perché altrimenti si contraggono i consumi e quindi l'occupazione. Tutti abbiamo - ha detto - una parte di responsabilità per evitare il declino della nazionale. L'incontro di oggi è il primo passo per superare la crisi".
11 settembre 2012
Redazione Tiscali
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 

Segui Tiscali su:

Comunica con i servizi Tiscali:

Informati con Tiscali:

Cerca le aziende e servizi della tua città

Sei a:
Cerca:
 
Le rubriche

Né di qua né di là

Le rubriche
Importanti firme commentano i principali fatti di cronaca, economia, società e ambiente

Incontra online milioni di single!

Sono:
Dove:
Età:       
© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali