"> Arriva una nuova "tempesta di caldo": si boccheggerà per una settimana | <!--#include virtual="/v006/inc/title/generico.html"-->
Articoli correlati

Arriva una nuova "tempesta di caldo": si boccheggerà per una settimana

Firenze ha raggiunto già ieri per alcuni minuti i 40°C, ma oggi e soprattutto nei prossimi giorni, li supererà: le faranno compagnia altre città come Bologna e Ferrara, Rieti, Terni, e altre si avvicineranno ai 39 come Roma. I 38°C in settimana saranno superati anche sul Veneto, sul resto dell’Emilia Romagna e su tutto il centrosud; bollente anche Pescara. Bolzano toccherà il record di 37°C, il valore più alto degli ultimi 100 anni. Milano si fermerà a 36.5.
Hot Storm - E’ una vera e propria Tempesta di Caldo , in gergo tecnico Hot-Storm, quella che sta per abbattersi sul Mediterraneo e sull’Italia a partire da oggi e per una settimana. L’anticiclone subtropicale Caligola lascerà il posto a “Lucifero”, il settimo e Ultimo e più forte di quest’Estate Infinita. Lucifero apparirà come una lingua infuocata estesa 1500km in latitudine e 2000km in longitudine e provocherà un continuo inesorabile aumento delle temperature giorno per giorno.
Mercoledì - A partire da mercoledì si aggiungerà l’aggravante dell’umidità che, aumentando per via dei venti di scirocco, inasprirà la sensazione di afa. Le temperature percepite potrebbero toccare così i 43°C sull’Emilia, sul Veneto, sulla Lombardia, sulla Valpadana in genere. Caldo anche in Liguria con oltre 33°C afosi e percezione di 39 e a Torino con 34 afosi si percepiranno 38°C. Stracciata l’estate 2003 di ben 2°C su tutte le città del centro Italia.
Siccità - Caldo e siccità continueranno ad oltranza fino alla fine del mese di Agosto al centrosud, mentre al nord, dopo qualche temporale atteso già per il 23, proprio tra Domenica sera e Lunedì 27 giungerà una prima perturbazione più organizzata con forti temporali. Sarà la cosiddetta Burrasca di Fine Agosto: e speriamo di poterla chiamare “Beatrice”.
Traffico sotto controllo - Il traffico si mantiene intenso sulla rete di Autostrade per l'Italia, in particolare lungo le direttrici A1 Milano-Napoli e A14 Bologna-Taranto verso nord: lo affermano le stesse Autostrade, sottolineando che si stanno comunque registrando i primi segnali di miglioramento. Sono state invece risolte le situazioni critiche di sabato mattina che avevano riguardato gli itinerari verso le riviere adriatica e del ponente ligure per le ultime partenze e i movimenti del weekend. Tempi di percorrenza ancora elevati si registrano in alcuni tratti della A1 Milano-Napoli e della A14 Bologna-Taranto. Secondo la società autostrade, "un deciso miglioramento della situazione potrà verificarsi solo dal tardo pomeriggio di sabato e fino alle prime ore della mattinata di domenica, giornata in cui il traffico sarà di nuovo intenso dal sud verso le grandi città".
 
19 agosto 2012
Redazione Tiscali