Articoli correlati

Arriva Caronte, previsti 10 giorni di "fuoco". Sos anziani, domenica temperature da record

Caronte resterà al Centrosud per almeno 10 giorni. L’anticiclone africano soffierà aria calda a tutte le quote dall'entroterra algerino e tunisino verso il Mediterraneo. Portando temperature record, con punte di 40 gradi già domenica. La previsione è di Antonio Sanò, direttore del portale ilmeteo.it. "Caronte - sottolinea l'esperto - al centrosud non mollerà la presa, ed anzi sembra proprio volerci traghettare fin verso la metà del mese di luglio per un'estate ormai senza precedenti". Domenica sono previsti alcuni record storici di caldo : 39 gradi a Bologna, Firenze, 38 a Roma, 40 a Ferrara, 39 a Pescara, 40 in Puglia, 36 a Napoli, 40 nel Campidano in Sardegna, 37 quasi ovunque al Centro-Sud e 37 anche sul Triveneto. I 33 gradi di Milano saranno poi percepiti come 38 a causa dell'elevato tasso di umidità. Nel contempo, secondo Sanò, veri e propri nubifragi collegati ad una perturbazione atlantica raggiungeranno il Piemonte a partire dalle Alpi occidentali, diretti verso la zona dei laghi lombardi e il resto delle Alpi, associati a grandine ed anche a trombe d'aria. Tra domenica e lunedì i nubifragi si porteranno sulla Liguria e sulla Lombardia. Il meteo.
Emergenza caldo per la popolazione anziana - E' emergenza caldo per la popolazione anziana, soprattutto in vista di domenica quando le temperature raggiungeranno livelli record. Lo dichiara il presidente di Federanziani, Roberto Messina, intervenendo sulla morte di due anziani a Tirrenia, sul litorale pisano, molto probabilmente a causa di un colpo di calore. "Sappiamo oramai da tempo che in presenza di temperature elevate aumenta sensibilmente la mortalità degli anziani - spiega il presidente di Federanziani, Roberto Messina - specialmente se affetti da particolari patologie o ricoverati presso strutture assistenziali. Ciò dovrebbe indurre le istituzioni preposte a mettere in campo tutte le possibili strategie di contrasto a un fenomeno che si ripete ogni anno, attivando in tutte le città i sistemi previsionali che possano segnalare più efficacemente le situazioni meteo a rischio, dotandosi di numeri verdi, organizzando delle task force di sostegno alla popolazione più fragile".
L'identikit degli anziani più a rischio caldo - Vivono da soli, spesso ai pianti alti dei palazzi, a volte senza ascensore, in appartamenti piccoli, hanno problemi di salute e forse solo la pensione minima: questo l'identikit degli anziani a rischio caldo tracciato da Federanziani. "E' per questo - rileva - che chiediamo alle famiglie italiane di assicurarsi che i loro nonni seguano le regole fondamentali del nostro decalogo contro il caldo, evitando di uscire nelle ore più pericolose, assumendo molti liquidi, facendo arieggiare i locali in cui si vivono, riparandosi sempre il capo dal sole".
Le regole fondamentali - Per evitare problemi è bene bere molto e, per gli anziani, non abbandonare le terapie. Infarti, ictus ed altri problemi aumentano, infatti, proprio durante il periodo estivo. Per mantenere in forma il cuore anche nei mesi 'bollenti' è dunque fondamentale, per chi non è più giovanissimo, seguire alcune facili ma importanti regole. Ecco una lista dei comportamenti corretti presentata oggi in occasione del primo congresso nazionale della Società Italiana di Cardiologia Geriatrica in corso a Verona.
Vacanze fuori - La destinazione dovrebbe essere scelta con attenzione. La montagna oltre i 1500 metri, ad esempio, non è consigliata ai cardiopatici ma anche a chi soffre di malattie del respiro come asma e bpco. Dunque meglio consultarsi con il medico per scegliere la meta.
Le terapie - Chiedere al medico di prescrivere i farmaci necessari a coprire tutto il periodo in cui si sarà lontani da casa e ricordarsi che la vacanza non significa abbandonare o sottovalutare le cure. Interrompere o modificare le terapie per il cuore è sempre molto pericoloso.
Acqua e cibo - A causa del caldo intenso, la quantità di acqua nell'organismo di una persona anziana scende fino al 40-45%, rispetto al 55-60% di un adulto. E avere una riserva idrica scarsa significa rispondere peggio a un'ondata di caldo ed essere più soggetti a disidratazione. Durante l'estate, quindi, è fondamentale bere spesso molta acqua. Anche dal punto di vista alimentare è molto utile mangiare molte piccole porzioni di frutta e verdura fresche al giorno, utili per reintegrare i sali minerali. Evitare le bevande gassate, troppo fredde, alcolici e superalcolici.
Attività motoria - Le passeggiate sono un grande classico dell'estate ma sono da evitare nelle ore più calde, per scongiurare colpi di calore e disidratazione. Inoltre è bene iniziare a muoversi in modo graduale. Il consiglio è camminare due-tre ore a settimana cercando di mantenere un passo veloce, non solo per migliorare la tonicità dei muscoli ma anche per ridurre il sovrappeso.
Pressione e diabete - La pressione in estate tende a scendere. Dunque è opportuno rivedere le terapie. Per evitare cali eccessivi e pericolosi svenimenti può essere necessario adeguare, al ribasso, le cure abituali. Lo stesso vale per i diabetici: muovendosi di più, può ridursi la necessità di medicinali ipoglicemizzanti e se non si rivede la terapia si può andare incontro a pericolose ipoglicemie.
Solitudine - Che si sia in villeggiatura o si rimanga in città, avvertono i geriatri, è importante evitare l'isolamento. Per scacciare la depressione e l'aumento del rischio di confusione mentale, è sempre bene cercare di uscire e partecipare ad attività socializzanti, o trovare comunque motivi per uscire.
29 giugno 2012
Redazione Tiscali
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 

Segui Tiscali su:

Comunica con i servizi Tiscali:

Informati con Tiscali:

Cerca le aziende e servizi della tua città

Sei a:
Cerca:
 
Le rubriche

Né di qua né di là

Le rubriche
Importanti firme commentano i principali fatti di cronaca, economia, società e ambiente

Incontra online milioni di single!

Sono:
Dove:
Età:       
© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali