"> Maturità 2012, bere molto e concedersi almeno uno snack: le regole del nutrizionista | <!--#include virtual="/v006/inc/title/generico.html"-->
Articoli correlati

Maturità 2012, bere molto e concedersi almeno uno snack: le regole del nutrizionista

Seguire alcune regole alimentari durante lo svolgimento delle prove scritte della Maturità può aiutare gli studenti ad affrontare la tensione e il picco di caldo previsto proprio per domani. In particolare, le temperature alte potrebbero deconcentrare i ragazzi e pregiudicare il buon andamento delle loro prove. Per questo il nutrizionista Giorgio Calabrese ha pensato a una serie di norme dedicate esclusivamente ai maturandi.
Restare idratati - Per fronteggiare il picco di caldo previsto per domani bisogna rimanere idratati. Infatti, bere molto diventa fondamentale per mantenere il sangue liquido e farlo circolare bene. La regola Calabrese prevede di bere almeno un bicchiere d'acqua ogni ora o addirittura ogni mezz'ora se fa caldo: migliorare la fluidità delle membrane cellulari permetterà ai ragazzi di concentrarsi meglio sostenendo i centri della memoria. Inoltre, sono molto consigliati anche i succhi di frutta: sono freschi e forniscono zuccheri semplici e facilmente assimilabili.
Colazione antistress - Lo stress tipico degli esami di Maturità fa aumentare il cortisolo, l'ormone della rabbia e della tensione. Proprio per questo, è impensabile affrontare gli scritti senza prima aver assunto la giusta dose di carboidrati. Infatti, questi aiutano a produrre la serotonina, nemica del cortisolo, e a fornire le energie necessarie allo studio. Secondo Calabrese, il maturando deve fare una colazione a base di latte parzialmente scremato, fette biscottate e Nutella oppure cereali, spremuta d'arancia o succo di frutta.
Mangiare durante le prove - Il caldo può chiudere facilmente lo stomaco, ma è importante che i maturandi mangino qualcosa per continuare a produrre energie durante lo svolgimento degli scritti. Un'altra regola 'Calabrese' è proprio quella di mangiare almeno un frutto o uno snack, ai cereali o al latte, ogni due ore e mezza a partire dall'inizio delle prove. Sono assolutamente sconsigliati i panini: sporcano e si trasformano in energia per il corpo dopo circa quattro ore dalla loro assunzione.
Caffè con moderazione - Per i ragazzi è normale assumere caffeina per mantenere alto il loro livello di attenzione, ma abusarne crea l'effetto opposto. Secondo Giorgio Calabrese, i maturandi devono concedersi al massimo quattro tazzine di caffè al giorno, di cui una al mattino e massimo due durante lo svolgimento degli scritti.
19 giugno 2012
Redazione Tiscali