"> Emilia: nuova scossa di magnitudo 3.6 tra il Modenese e il Mantovano | <!--#include virtual="/v006/inc/title/generico.html"-->
Articoli correlati

Emilia: nuova scossa di magnitudo 3.6 tra il Modenese e il Mantovano

Una nuova scossa di terremoto, di magnitudo 3.6, è stata registrata dalla rete sismica dell'Ingv alle 8.48 tra l'Emilia e la Lombardia ad una profondità di 6,1 chilometri. La scossa, ben avvertita dalla popolazione, ha avuto per epicentro un'area compresa tra Cavezzo, Concordia, Medolla, Mirandola e San Possidonio, nel Modenese, e Moglia, Quistello, San Giacomo delle Segnate e San Giovanni del Dosso, nel Mantovano.
La notte è invece passata tranquilla nella zona terremotata dell'Emilia. L'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) ha registrato nell'area una sola scossa di terremoto, alle 2:16, di magnitudo 2.4. Il sisma ha avuto ipocentro a 8,6 km di profondità ed epicentro in prossimità del comune modenese di San Felice sul Panaro. Ieri in tarda serata, tra le 23:05 e le 23:35, si sono registrate nella zona tre lievi scosse di magnitudo comprese tra i 2 e i 2.2 gradi della scala Richter.
Una lieve scossa di terremoto, di magnitudo 2.4, è stata registrata all'1:32 in Umbria, tra le province di Perugia e Terni. Secondo i rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 6,4 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni perugini di Giano dell'Umbria e Massa Martana, e di quello ternano di Acquasparta. Non si hanno al momento segnalazioni di eventuali danni a persone o cose.
 
14 giugno 2012
Redazione Tiscali