Articoli correlati

Dalla vicenda Boffo al caso Ruby: ecco il contenuto delle carte sottratte dalle stanze vaticane

Dalle quattro pagine di fax cui Dino Boffo affida la sua personale difesa all'indirizzo di monsignor Georg, agli appunti stilati da monsignor Mamberti in vista di una cena tra il Papa e Napolitano, passando per documenti che attestano generose donazioni al Pontefice, suggerimenti su quanto il Papa debba dire o non dire sul caso Orlandi, la lotta per il controllo dell'istituto Toniolo, le strategie intorno al San Raffaele di don Verzé.
Il carteggio Viganò e il caso Ruby - E ancora, il carteggio relativo al caso Viganò, i report di Gotti Tedeschi sui colloqui con Tremonti in vista di possibili tasse sui beni ecclesiastici, osservazioni sul caso Ruby da sottoporre all'attenzione del Papa. Sono destinate a far discutere, fuori e dentro il Vaticano, le carte sottratte dalle stanze vaticane per essere pubblicate in 'Sua Santita', il saggio di Gianluigi Nuzzi che ha già scatenato una durissima reazione della Santa Sede. I temi trattati sono i più vari della vita della Chiesa, compresi aspetti recentemente al centro delle cronache e in certi casi anche in relazione ai rapporti con le istituzioni dello Stato.
Il caso Boffo - "Sono venuto a conoscenza di un fondamentale retroscena, e cioé che a trasmettere al dr. Feltri il documento falso sul mio conto è stato il direttore dell'Osservatore Romano, professor Giovanni Maria Vian". Così scrive Dino Boffo, ex direttore di Avvenire, in un fax inviato il 6 gennaio 2010 al segretario del Papa, mons. Georg Gaenswein, in una personale difesa lunga quattro fogli in cui, all'accusa a Vian, aggiunge anche un'ipotesi circa il "mandante morale", indicato nel segretario di stato vaticano."Non credo - afferma - che il cardinal Bertone fosse informato fin nei dettagli..ma Vian forse poteva far conto di interpretare la mens del suo superiore".
Incontro riservato tra Benedetto XVI, Giorgio e Clio Napolitano - "Occorre dare piena attuazione al 'favor familia' sancito dal'art.29 della Costituzione", "in quest'ottica potrebbe risultare utile un sistema di tassazione del reddito delle famiglie che tenga conto anche del numero dei componenti". "Allo steso tempo si devono evitare equiparazioni legislative o amministrative fra le famiglie fondate sul matrimonio e altri tipi di unione. due esponenti del governo (Brunetta e Rotondi) hanno purtroppo fatto annunci in tal senso". E' quanto riporta mons. Dominique Mamberti, 'ministro' degli Esteri vaticano, in un memo da sottoporre al Papa in vista di una cena riservata con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e la moglie Clio del 19 gennaio 2009.
Colloqui Gotti Tedeschi-Tremonti su Ici a Chiesa - "Poiché la Commissione europea non sembra disponibile a cambiare posizione, ci sono tre strade percorribili: Abolire le agevolazioni Ici (Tremonti non lo farà mai); Difendere la normativa passata limitandosi a fare verifiche sulle reali attività commerciali e calcolare il valore dell'aiuto di stato dato (non è sostenibile); modificare la vecchia norma che viene contestata dalla Ce". E' quanto scrive il presidente dello Ior, Ettore Gotti Tedeschi, in un appunto intitolato "Riservato e confidenziale. Sintesi del problema Ici (Memoria per il Card. Tarcisio Bertone, suggeritami riservatamente dal ministro del Tesoro). Una copia sarebbe arrivata anche al Papa.
Lo scontro Bertone-Tettamanzi per il controllo del Toniolo - "La soluzione che a me parrebbe più semplice è quella di procedere nell'opera di rilancio del Toniolo, senza tenere conto dell'ultima lettera pervenuta. Ma lascio a Lei di confermarmi con una sua parola autentica". Lo scrive il cardinale Dionigi Tettamanzi, ex arcivescovo di Milano ed ex presidente dell'istituto Giuseppe Toniolo, ritenuto la cassaforte della Cattolica, in una lettera indirizzata al Papa successiva a una missiva di Bertone che gli annunciava la sua cessazione dall'incarico.
Le strategie intorno al San Raffaele - "Nella complicata gestione del San Raffaele fa gravemente problema il coinvolgimento diretto dello Ior o di soggetti a quest'ultimo riconducibili". Così scrive l'arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, in una missiva del dicembre 2011 indirizzata a mons. Georg in cui esprime le sue perplessità sul progetto caldeggiato dal segretario di stato Bertone di coinvolgere lo Ior nel salvataggio dell'ospedale di don Verzé. A gennaio poi, lo Ior e il socio Malacalza, non eserciteranno l'opzione sul San Raffaele.
Il caso Viganò e la corruzione in Vaticano - "Beatissimo padre, ... un mio trasferimento dal Governatorato in questo momento provocherebbe profondo smarrimento e scoramento in quanti hanno creduto fosse possibile risanare tante situazioni di corruzione e prevaricazione". Sono le parole che nella primavera del 2011 segnano l' estremo tentativo di mons. Carlo Maria Viganò, allora segretario del Governatorato della Città del Vaticano , di non essere rimosso dal suo incarico e che innescano il cosiddetto 'Vatileaks', così chiamato dalla pubblicazione sulla stampa, delle prime lettere riservate sottratte dai 'corvi' agli archivi d'Oltretevere.
Il caso Ruby - Tra le numerose carte anche un appunto anonimo sulla vicenda che riguarda l'ex premier Silvio Berlusconi. "La vicenda di cui si parla - afferma l'appunto -, è poi addirittura sconcertante sul piano istituzionale per i clamorosi abusi che l'hanno caratterizzata e continuano a caratterizzarla".
Consigli sul caso Orlandi - "Per quanto riguarda la menzione del caso Orlandi, dopo aver sentito padre Lombardi e nuovamente mons. Balestrero, si è giunti alla conclusione che non è opportuno un cenno al caso". Lo scrive mons. Giampiero Gloder, ghostwriter del Papa in vista dell'Angelus del 18 dicembre 2011 cui poi partecipò Pietro Orlandi, spiegando che "il fatto che il Papa anche solo nomini il caso può dare un appoggio all'ipotesi" che in Vaticano qualcuno sappia qualcosa.
25 maggio 2012
Redazione Tiscali
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 

Segui Tiscali su:

Comunica con i servizi Tiscali:

Informati con Tiscali:

Cerca le aziende e servizi della tua città

Sei a:
Cerca:
 
Le rubriche

Né di qua né di là

Le rubriche
Importanti firme commentano i principali fatti di cronaca, economia, società e ambiente

Incontra online milioni di single!

Sono:
Dove:
Età:       
© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali