L'interno della biblioteca dei Girolamini L'interno della biblioteca dei Girolamini 
Articoli correlati

Napoli, furti di libri antichi nella biblioteca dei Girolamini, arrestato il direttore

Cinque persone sono state arrestate con l'accusa di peculato, nell'ambito dell'inchiesta sulla storica biblioteca dei Girolamini di Napoli dalla quale sono stati sottratti numerosi volumi e manoscritti antichi di indiscusso valore storico. I provvedimenti sono stati eseguiti dai carabinieri per la Tutela del patrimonio artistico su delega della Procura partenopea. Tra gli arrestati anche Massimo Marino De Caro, direttore della struttura museale fino allo scorso 19 aprile quando si autosospese dall'incarico dopo essere stato indagato nell'ambito della stessa inchiesta. In quell'occasione furono eseguite anche numerose perquisizioni in alcune delle abitazioni del direttore nominato alla guida della biblioteca dell'ex ministro dei Beni culturali, Giancarlo Galan.

Le altre persone arrestate non sono italiane - Le altre persone raggiunte dai provvedimenti cautelari non sono di nazionalità italiana. L'inchiesta era partita dopo una serie di denunce di sparizione di tomi e per il cattivo stato manutentivo della struttura. La scorsa settimana furono rinvenuti, all'interno di un deposito vicino Verona, 240 volumi antichi che erano stati sottratti dalla biblioteca napoletana, aperta al pubblica nel 1586 e frequentata da studiosi del calibro di Gianbattista Vico. Un vero e proprio scrigno di saperi contenente circa 1.500 rari testi di filosofia, teologia cristiana, chiesa cristiana in Europa, storia della chiesa, musica sacra e storia d'Europa.

Volumi in procinto di essere venduti in Germania - Circa 500 volumi antichi, in procinto di essere venduti in una casa d'asta di Monaco di Baviera, sono stati intercettati dall'Interpol tedesca nell'ambito dell'inchiesta condotta dalla Procura di Napoli sulla sottrazione di preziosi tomi custoditi all'interno della Biblioteca dei Girolamini di Napoli. Nel corso della stessa operazione, i carabinieri del nucleo per la Tutela del patrimonio artistico, hanno sequestrato più di mille libri antichi in diverse zone del territorio italiano.
Circa un quarto di questi provenivano dalla storica biblioteca di via Duomo a Napoli. I volumi erano detenuti da persone insospettabili e lontane dai circuiti librari. Il loro compito, hanno appurato gli investigatori, era nascondere i preziosi libri in luoghi sicuri e difficilmente sottoposti a perquisizioni da parte delle forze dell'ordine.

 
24 maggio 2012
Redazione Tiscali
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 

Segui Tiscali su:

Comunica con i servizi Tiscali:

Informati con Tiscali:

Cerca le aziende e servizi della tua città

Sei a:
Cerca:
 
Le rubriche

Né di qua né di là

Le rubriche
Importanti firme commentano i principali fatti di cronaca, economia, società e ambiente

Incontra online milioni di single!

Sono:
Dove:
Età:       
© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali