Maurizio Cevenini (Ansa) Maurizio Cevenini (Ansa) 
Articoli correlati

Bologna: l'ex candidato sindaco del Pd, Cevenini, si è suicidato lanciandosi dal palazzo regionale

Il consigliere regionale dell'Emilia-Romagna e comunale di Bologna, Maurizio Cevenini, 58 anni, ex candidato sindaco del Pd e recordman in Italia per celebrazioni dei matrimoni civili, è morto suicida davanti all'assemblea legislativa. Si è ucciso lanciandosi da un terrazzo al settimo piano della torre in Fiera che ospita l'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, lo stesso piano in cui aveva il suo ufficio da consigliere regionale. Cevenini è poi caduto sul tetto di una palazzina rialzata sul retro dell'edificio. Secondo le prime informazioni, il corpo sarebbe stato trovato da una guardia giurata poco prima delle 8. Il suo corpo è stato notato dal secondo piano, poco prima delle otto del mattino, da alcuni impiegati e da una guardia giurata.
Si è ucciso martedì notte - L'ipotesi che si sia gettato durante la notte è stata confermata dal controllo dei badge: non risulta infatti che il consigliere sia uscito dal palazzo ieri sera. Tra l'altro, alcuni avrebbero riferito di aver sentito in serata un tonfo. La sua auto è rimasta posteggiata nel garage sotterraneo fino a che gli uomini della Scientifica non l'hanno portata fuori oggi e poi caricata su un carro attrezzi. I testimoni confermano che per lanciarsi dal settimo piano serve una notevole determinazione: tutte le innumerevoli finestre della serie di torri della Regione progettate al Fiera District di Bologna dall'architetto Kenzo Tange hanno finestre difficilmente apribili. Spesso, quando è necessario, bisogna chiedere agli uscieri la maniglia per poter aprire una finestra.
Consiglio regionale sconvolto - La notizia era stata confermata in lacrime dal presidente del'assemblea, Matteo Richetti. In un primo tempo il corpo è stato trasportato all'interno del palazzo, poi è stato portato via sul furgone dell'infortunistica legale. Sul luogo è arrivato il Prefetto Angelo Tranfaglia, il Questore Vincenzo Stingone e il procuratore capo Roberto Alfonso. Il palazzo espone ora la bandiera a lutto e tutte le riunioni sono state rinviate.
Una lettera sulla scrivania - Il consigliere regionale avrebbe lasciato una lettera sulla scrivania del proprio ufficio, al settimo piano del palazzo dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, a Bologna. "Pensate a mia moglie e mia figlia". Queste parole - a quanto si è appreso - sarebbero contenute nel biglietto. Gli accertamenti sulla vicenda sono condotti dalla polizia. Il biglietto e il resto del contenuto dell' ufficio, tra documenti e supporti informatici, sono al vaglio degli inquirenti, che hanno cominciato a svuotare la stanza per poter esaminare il materiale con calma.
Era depresso - Maurizio Cevenini è stato candidato a sindaco dopo le dimissioni di Flavio Del Bono, ma a metà candidatura ha dovuto fare un passo indietro a causa di una ischemia che lo ha costretto a diversi giorni di cura in ospedale. A quanto si è appreso stava male da tempo, era molto depresso. La figlia ha saputo mentre era al suo lavoro da terapista in una clinica privata.
Vasco Errani rientra da Roma - Saputo del suicidio di Cevenini, il presidente della regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, ha deciso di rientrare immediatamente a Bologna da Roma, dove era per impegni istituzionali. Stessa decisione anche per il sindaco Virginio Merola, pure lui in trasferta nella Capitale. In città è fortissimo lo choc per un evento che riguarda un personaggio popolarissimo e benvoluto.
Bersani: sconvolgente, non riesco a crederci - "Notizia sconvolgente, non riesco a crederci". Così il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani ha commentato la notizia della morte di Cevenini. Anche Francesco Boccia, ospite questa mattina di 'Omnibus' su La7, è rimasto scosso: "E' una notizia che mi sconvolge. E' un colpo all'intero Pd, non solo in Emilia Romagna ma a livello nazionale. Cevenini era un uomo nato e cresciuto tra la gente che aveva una popolarità altissima, pari all'amore che riceveva dalle persone".
Casini: era bolognese doc - "Sono molto triste per Maurizio Cevenini, un bolognese doc, un serio amministratore, un grande tifoso del Bologna. Che vuoto, addio...". E' quanto scrive su Twitter il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini.
Franco Grillini: sapevamo che era depresso - "Sapevamo che era depresso", ha detto Franco Grillini, consigliere regionale dell'Idv dell'Emilia-Romagna e storico leader del movimento omosessuale. "Ci sono tutta una serie di cose a disposizione di tutti, come le vicende politiche. Però io penso che per quanto la politica possa essere pervasiva, non vale certamente la pena fare gesti estremi per problemi politici. Forse ci sono altre questioni che noi non sappiamo e quando succedono queste cose uno si chiede sempre che cosa avrebbe potuto fare per dare una mano. Io ci ho parlato a lungo durante le riunioni del Consiglio e gli avevo detto che la sua situazione personale era come quella di tanti altri".
Martedì sera atteso invano a lotteria benefica - Ieri sera Cevenini è stato atteso, invano, ad una festa dei club dei tifosi del Bologna. All'Estragon doveva, com'era solito fare, visto che era uno specialista del genere, condurre una lotteria di beneficienza. C'erano circa 500 persone e una decina di calciatori della squadra. "Verso le 21.15 - racconta Matteo Fogacci, giornalista sportivo che poi l'ha dovuto sostituire come battitore - lo abbiamo chiamato e ci ha risposto che sarebbe arrivato in un quarto d'ora. Ma poi non si é visto. L'ho richiamato alle 22.30 perché dovevamo cominciare, ma da quel momento non ha più risposto".
Il Bologna calcio annulla la festa - Anche il Bologna calcio è in lutto. La società ha annullato l'Open Day di oggi pomeriggio a Casteldebole, la festa organizzata per celebrare l'ottima stagione della squadra di Pioli. Tifoso rossoblù, anche domenica scorsa Cevenini era al Dall'Ara per sostenere la sua squadra del cuore.
09 maggio 2012
Redazione Tiscali
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 

Segui Tiscali su:

Comunica con i servizi Tiscali:

Informati con Tiscali:

Cerca le aziende e servizi della tua città

Sei a:
Cerca:
 
Le rubriche

Né di qua né di là

Le rubriche
Importanti firme commentano i principali fatti di cronaca, economia, società e ambiente

Incontra online milioni di single!

Sono:
Dove:
Età:       
© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali