Cronaca

I danni del nubifragio in una foto inviata da un nostro lettore
I danni del nubifragio in una foto inviata da un nostro lettore 

Nubifragio a Cagliari: trovato il corpo della quarta vittima

Sale a quattro il numero delle vittime del nubifragio che si è abbattuto in Sardegna. Ritrovati subito tre corpi, mentre solo verso le 2 di stanotte è stato rinvenuto il cadavere di Antonello Porcu, 54 anni, il dirigente della Asl che cercava di allontanarsi da Poggio dei Pini, frazione di Capoterra (Ca), insieme alla suocera Licia Zucca, di 80 anni, anche lei deceduta. Il corpo dell'uomo è stato trovato coperto da cumuli di detriti nelle campagne di Capoterra. La prima vittima ad essere trovata dai soccorritori é stata un'altra anziana, Speranza Sollai, di 85 anni. La donna aveva problemi di deambulazione e non è riuscita ad uscire dal seminterrato della sua abitazione invasa dall'acqua. A Sestu (Ca) l'altra vittima: l'agricoltore Mariano Spiga, di 66 anni, rimasto incastrato nell'auto travolta e trascinata via dalla corrente del "Rio Turci", un torrente ingrossato all'improvviso dall'onda di piena.
150 sfollati, 600 famiglie isolate - Il bilancio del nubifragio è gravissimo: sono circa 150 le persone che, in base ad un'ordinanza del sindaco di Capoterra, hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni a Rio San Girolamo. La zona, pesantemente colpita dal nubifragio, è a rischio per il deflusso, anche se controllato, dell'acqua proveniente dal bacino di Poggio dei Pini. Tutti verranno ospitati nella chiesa e in una scuola della vicina località di "Fruttidoro". La situazione è ancora preoccupante nel vicino centro residenziale di Poggio dei Pini dove vivono circa 600 famiglie. L'unita' di crisi istituita in Comune ha predisposto pattuglie di carabinieri, militari, vigili del fuoco, agenti di polizia municipale e forestali per controllare le strade e le abitazioni anche nel timore di episodi di sciacallaggio. Poggio dei Pini e' di fatto isolata. Le strade di accesso non sono transitabili e in tutte le case manca la corrente elettrica, l'acqua, mentre sono saltate le linee telefoniche. Difficili anche le comunicazioni con i telefonini cellulari.  Per fronteggiare l'emergenza, intanto, giungeranno nel capoluogo sardo le sezioni operative dei Vigili del fuoco chiamate a partecipare agli interventi di soccorso alle popolazioni del cagliaritano colpite dall'alluvione. Si tratta di una ventina di uomini provenienti dai comandi di Lazio e Toscana.
L'agricoltore di Sestu annegato nell'auto - L'agricoltore di 66 anni, Mariano Spiga, è rimasto incastrato in un'auto travolta dall'acqua durante il nubifragio e poi sommersa dal fango. Spiga viaggiava su una Fiat Uno assieme a un giovane con il quale era diretto verso i terreni nelle campagne del paese dove lavorava. Sulla strada fuori Sestu all'altezza del Rio Turci l'auto è stata raggiunta da un'ondata che l'ha trascinata via. Il conducente è riuscito a uscire dall'abitacolo dando una spallata alla portiera, mentre Spiga è rimasto incastrato ed è morto annegato. E' stato ritrovato soltanto ore dopo l'allarme a una distanza di circa un chilometro e mezzo.
Speranza Sollai, 85 anni, è morta nel seminterrato - Aveva gravi problemi di deambulazione ed è stata trovata morta, forse annegata, da una squadra di sub dei carabinieri nel seminterrato della sua abitazione invasa dall'acqua. Soccorsa anche un'altra persona che, travolta dall'onda del rio San Girolamo, ha rischiato l'annegamento. Il nubifragio ha causato forti disagi alla mobilità nella zona. Bloccato per alcune ore l'aeroporto di Elmas e il traffico ferroviario che però è ripreso in tarda mattinata. Il sindaco di Cagliari, Emilio Floris, ha chiesto lo stato di calamità naturale.
Quindici milioni di euro di danni - E' il primo provvisorio bilancio dei danni indicato dall'assessore regionale dei Lavori Pubblici, Carlo Mannoni, dopo un sopralluogo nelle zone maggiormente colpite. I danni riguardano abitazioni e le reti stradali, elettriche e idriche. Problemi anche per gli impianti di telecomunicazioni con molte centraline sotterranee completamente sommerse. I pluviometri hanno registrato 80 millimetri all'ora di pioggia per sei ore. Un bilancio piu' dettagliato, secondo gli esperti della Protezione Civile, sara' possibile solo nei prossimi giorni. Intanto il sindaco d Cagliari, Emilio Floris, ha annunciato l'avvio delle procedure per chiedere lo stato di calamita' naturale per il capoluogo sardo.
Oltre tre ore di piogge intense- Emergenza anche a Cagliari dove diverse automobili sono rimaste incastrate nelle aperture che si sono formate nell'asfalto e nei tombini saltati a causa delle acque abbondanti. I piani terra e i seminterrati di molti palazzi sono allagati. Decine di richieste di intervento per i vigili del fuoco. Problemi si registrano anche sul versante cittadino della statale 554 e l'asse mediano di scorrimento è stato chiuso a causa degli allagamenti. L'acqua ha raggiunto, in alcuni punti della città, quasi il mezzo metro, mentre nei centri limitrofi, anche i due metri.
Le forze d'intervento sui luoghi colpiti - Tutte le forze d'intervento sono state mobilitate e verso i centri colpiti si è recato anche il 54esimo reggimento della Brigata "Sassari". Una colonna mobile dei vigili del fuoco, con un mezzo anfibio e uomini della squadra Saf, per il salvataggio alpino fluviale, è stata inviata a Cagliari da Sassari a supporto delle attività di soccorso del comando dei vigili del capoluogo, i quali hanno dovuto ricorrere anche ai gommoni per raggiungere persone rimaste isolate. Sono centinaia gli scantinati e le abitazioni allagati nei comuni interessati.
Si attende un'altra ondata di piogge  - La perturbazione che ha portato le precipitazioni di carattere temporalesco si è estesa su un arco di cinque miglia. Un'altra ondata di piogge violente è attesa in giornata dall'Algeria e si sposterà verso Nord-Est. Potrebbe abbattersi su una zona un po' più a Nord, sulla costa orientale, che comprende il Sarrabus e il Gerrei. Ma, fanno sapere dai servizi meteo dell'Aeronautica, la perturbazione potrebbe durare per almeno altre 36 ore.
Problemi per le vie di collegamento tra l'hinterland e la città - Sulle principali strade d'accesso al capoluogo sardo il traffico è stato fortemente rallentato, in particolare su viale Marconi e la statale 554 che collegano l'hinterland, le statali 130 Iglesiente e 195 Sulcitana. A causa dell'allagamento dei binari circa 500 pendolari provenienti da Oristano sono rimasti bloccati per quasi due ore all'ingresso della stazione ferroviaria di Cagliari sul treno che sarebbe dovuto arrivare alle 8.30. I passeggeri non sono neppure potuti scendere dal convoglio, in quanto l'acqua aveva raggiunto quasi il metro d'altezza. Nella prefettura di Cagliari è stata istituita un'unita di crisi.
Pesanti disagi anche in alcuni ospedali cagliaritani - In particolare al Businco, dove gli ascensori sono in tilt e ci sono stati allagamenti.
Disagi anche all'aeroporto di Elmas - Sono partiti in orario soltanto i primi voli, tra le 6 e le 6.30 per Palermo, Roma e Milano.  Il volo Air One in arrivo da Milano Linate, previsto alle 8.20, è stato dirottato ad Alghero. Sempre all'aeroporto, per salire su un taxi è necessario trasferirsi al piano partenze a causa dell'allagamento del piazzale di sosta. In uscita dallo scalo, il traffico verso la città è stato dirottato su viale Trieste e via Roma, a causa della chiusura, disposta dall'anas, dei sottopassi nei pressi dello scalo.
 
 
 
 
  
 

Segui Tiscali Su:

Bottle sharing: condividendo si risparmia?

La tua opinione

Bottle sharing: condividendo si risparmia?
Dal Vinitaly l'ultima proposta nel campo del risparmio.  

Vai al sondaggio

 
Le rubriche

Né di qua né di là

Le rubriche
Importanti firme commentano i principali fatti di cronaca, economia, società e ambiente

Gioca e divertiti!

Amazon

Gioca e divertiti!
Realizza combinazioni spettacolari e salva le specie in via di estinzione. Effetti d'acqua renderanno il gioco divertentissimo!

Incontra online milioni di single!

Sono:
Cerco:
Età:   
Dove:
Con foto:

Cerca casa
nel portale immobiliare n°1

da a
Auto usate | Cerca auto nuove
AutoScout24
Marca
Anno
© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali